HORROR CHANNEL, 21.10: Halloween – La notte delle streghe

HALLOWEEN – LA NOTTE DELLE STREGHE di John Carpenter. Con Jamie Lee Curtis, Donald Pleasence, Nancy Kyes, Tony Moran. USA, 1978. Horror.

Primo film della celebre saga, Halloween – La notte delle streghe ha vinto un premio della critica all’Avoriaz Fantastic Film Festival ed è stato selezionato per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso USA, oltre ad aver ricevuto una nomination ai Saturn Award. Haddonfield, Illinois, 1963: il piccolo Michael Myers, di sei anni, durante la notte di Halloween uccide la sorella maggiore, Judith. Rinchiuso in un ospedale psichiatrico, Michael evade esattamente quindici anni dopo, la vigilia di Halloween del 1978. Il suo psichiatra, Samuel Loomis, è convinto dell’assoluta malvagità di Michael, e decide di precederlo a Haddonfield, dove il ragazzo è alla ricerca di Laurie, la sua sorella minore, che nel frattempo è stata adottata dalla famiglia Strode ed è ignara del proprio passato.

Quasi all’unanimità, Halloween – La notte delle streghe di Carpenter è considerato il capostipite del sottogenere slasher, una sorta di ibrido fra thriller e horror che vede protagonista il “mostro” di turno che fa a pezzi in modi più o meno sofisticati un gruppo di adolescenti generalmente odiosi. Al silenzioso ed imponente Michael Myers seguiranno Jason Voorhees, Freddy Krueger, Chucky, tutta una serie di personaggi divenuti iconici che hanno contribuito all’assoluto successo del genere, specie tra i giovani. L’originale di John Carpenter, però, non è un’astuta mossa commerciale e non prevedeva una tale serializzazione di massa. Contrariamente a quanto è passato ai successivi slasher, anche e soprattutto della saga di Halloween, la morale finale non è lo spessore etico premiato dei protagonisti: il perbenismo americano ha finito col contaminare profondamente il genere, finendo col vedere puntualmente e prevedibilmente macellati i ragazzi dediti a promiscuità sessuale e consumo di alcol e stupefacenti, salvo poi salvare esclusivamente o quasi la ragazza casta e pura derisa dai compagni, in un curioso accostamento tra verginità e capacità di sopravvivenza. Nel primo Halloween, però, non è con le vittime che il pubblico è invitato a confrontarsi ed identificarsi: le soggettive insistite forzano il punto di vista dello spettatore in quello di Michael, gli occhi del pubblico sono gli occhi del mostro, una sagoma (in originale è accreditato come “The Shape”) senza personalità, senza carattere, senza coscienza, il lato oscuro della borghesia-bene statunitense che viene puntualmente spazzato sotto il tappeto ma che, un giorno o l’altro, torna sempre, invincibile, inarrestabile, incorrompibile, immortale, pronta a spazzare via illusioni e convenzioni. Michael è una forza della natura, non un personaggio vero e proprio, è l’incarnazione di quanto la società disprezza e sacrifica all’apparenza civile, pur avendolo partorito essa stessa. La guerra aperta da Michael con la cittadina-campione di Haddonfield è quindi una sorta di rivincita socio-edipica, un pensiero borghese che fagocita se stesso. All’opposto dei successori, poi, Carpenter non usa la violenza grafica per catturare l’attenzione, ed il sangue appare di rado: piuttosto, è un sapiente gioco di luci, una colonna sonora ossessiva, ma anche il solo aspetto di Michael, con la maschera da William Shatner deformata, che imprime alla pellicola tutta la tensione necessaria. Carpenter chiaramente non rinuncia alla propria cinefilia, e cita a piene mani Hitchcock, l’immancabile Howard Hawks, Fred McLeod Wilcox. Inquietante, problematico, pensato, Halloween – La notte delle streghe si dimostra ancora oggi superiore alla maggior parte dei suoi successori, un grande horror, in cui il soprannaturale maschera se stesso ed attacca il razionalismo dei perbenisti. Intramontabile.

TITOLO ORIGINALE: Halloween

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.049 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: