Gone Baby Gone

GONE BABY GONE di Ben Affleck. Con Casey Affleck, Morgan Freeman, Ed Harris, Amy Ryan. Usa, 2007. Thriller.

Tratto dall’omonimo romanzo di Dennis Lehane (in Italia pubblicato come La casa nera), Gone Baby Gone segna l’esordio alla regia dell’attore Ben Affleck. La storia è quella tipica dei libri di Lehane: a Boston, una bambina viene rapita. La madre tossicodipendente sembra incapace di reagire, così la zia prende in mano la situazione ed assolda Pat Kenzie e Angie Gennaro, due investigatori privati, per ritrovare la nipote. Ai due la polizia affianca due detective, Nick e Remy. Le conoscenze di Patrick saranno molto utili per ritrovare la piccola, ma niente è come sembra, e nessuno è innocente.

In una parola sola: stupefacente. Difficile aspettarsi un film del genere da Ben Affleck, soprattutto considerate la sua dubbia bravura ed alterna carriera come attore. Invece, il protagonista di Pearl Harbor sembra aver trovato la propria vera vocazione, e dirige con inaspettata maestria uno splendido thriller, anche nelle sue parti di dilemma etico. Quello che si trova davanti a Kenzie (un bravo Casey Affleck) non è solo un caso di persona scomparsa ma, in termini tecnici, una scelta fra etica deontologica ed etica relativa: deve decidere se agire in base ad un ben determinato principio o se infrangere le regole in vista di un bene futuro. Emblematica in tal senso la citazione evangelica iniziale: “Vi mando come pecore in mezzo ai lupi” e “Siate prudenti come serpenti ma candidi come colombe”: in un mondo in cui nessuno è veramente innocente, però, per il protagonista si rivelerà quanto meno rischioso e difficile seguire i proprio valori e principi. Lo scenario è la Boston dei bassifondi tanto cara a Lehane, piena di immagini religiose (overdose di crocifissi, santini ed icone), che però non testimoniano un’effettiva presenza di Dio nelle vicende umane, quanto una disperata e continua preghiera non accolta. Bravissima la Ryan, candidata all’Oscar come Miglior Attrice non Protagonista: la sua Helene, la madre della bambina rapita, è odiosa ma straziante, ributtante e compatibile. Bravi anche gli altri attori: Harris, Freeman, Ashton, Welliver, ognuno dà un’ottima prova di sé e contribuisce ad un mosaico perfetto di vite e angosce. Meritatamente, il film ha vinto una ventina di premi fra i vari concorsi cui ha partecipato. Rimane da sperare che Affleck impari la lezione e d’ora in avanti si limiti alla regia.

TITOLO ORIGINALE: Gone Baby Gone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...