S.O.B.

S.O.B. di Blake Edwards. Con Richard Mulligan, Julie Andrews, Robert Vaughn, Robert Preston. Usa, 1981. Commedia.

Film in larga parte autobiografico, S.O.B. ricevette una nomination al Golden Globe (Migliore Commedia) e a due Razzie Awards (Migliore Sceneggiatura e Miglior Regia). Racconta la storia di un regista di successo, Felix Farmer, che entra in profonda depressione dopo il suo primo flop al botteghino. Abbandonato dalla moglie e dai colleghi, tenta più volte il suicidio, finché non ha un’illuminazione per salvare la propria carriera ed il proprio film, Vento notturno: trasformerà quella che era una commedia musicale alla Mary Poppins in un porno soft-core, convinto che questo basterà ad ottenere i più alti incassi nella storia del cinema. L’impresa si rivelerà più ardua del previsto…

Un Blake Edwards al suo meglio confeziona una commedia agrodolce di una crudeltà inaudita: S.O.B. è una spietata satira contro il mondo di Hollywood e del cinema in generale, una satira che non salva nessuno e che passa sopra all’industria cinematografica come uno schiacciasassi. La vicenda è per più versi autobiografica: nel 1970, Edwards e Julie Andrews realizzarono il musical Darling Lili, che si rivelò uno dei più disastrosi flop della storia, e la produzione portò il regista sull’orlo di una crisi di nervi. S.O.B. praticamente racconta cosa sarebbe successo se effettivamente i produttori fossero riusciti a farlo impazzire. Esilarante e tragico ad un tempo, il film mette alla berlina tutte le ipocrisie, le falsità e gli opportunismi della grande Hollywood, li deride e si deride. Uno splendido cast dà man forte al regista nella sua satira: Mulligan e la Andrews sono strepitosi, Preston è semplicemente eccezionale, bravissimi anche Vaughn, Hagman, Loggia e gli altri. Ultima apparizione cinematografica del grande William Holden, morto pochi mesi dopo l’uscita del film. L’acronimo del titolo ha più significati: ufficialmente può essere Standard Operational Bullshit (il che giocherebbe sulla normalità della falsità, un’operazione di routine a Hollywood) oppure Sexual Oriented Buisness, facendo riferimento al nuovo genere cui si dà Farmer; basta però guardare il film per accorgersi che il vero significato è semplicemente Son Of a Bitch.

TITOLO ORIGINALE: S.O.B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...