Battlestar Galactica

BATTLESTAR GALACTICA di Michael Rymer. Con Edward James Olmos, Jamie Bamber, Katee Sackhoff, Tricia Helfer. Canada, 2003. Fantascienza.

Inizialmente mandata in onda come miniserie, ma poi distribuita come film unico, Battlestar Galactica è il remake dell’omonima serie televisiva del 1978. La storia si svolge in un remoto futuro, in cui l’umanità ha creato dei robot senzienti, chiamati Cyloni, con cui ha combattuto una sanguinaria guerra quando questi si sono ribellati ai creatori. Qui la guerra è finita, e dei Cyloni non si ha più notizie da quarant’anni. Ben lungi dal voler mantenere la pace, però, i robot stavano solo perfezionandosi per tornare all’assalto: quando lo fanno, distruggono tutte le dodici colonie umane, riducendo gli esponenti della razza a poche migliaia, e in più dispongono di nuovi modelli identici agli umani, così da potersi infilitrare. L’unica possibilità per l’umanità sembra essere la vecchia corazzata Battlestar Galactica, che diventa ammiraglia della flotta e rifugio per gli umani superstiti.

Battlestar Galactica è una parte del più grande progetto di remake della serie televisiva: è infatti l’episodio pilota di un’altra serie che sarebbe stata trasmessa solo un anno dopo. Lo scopo del film è dunque quello di “saggiare il terreno”, osservando le reazioni del pubblico e decidere in base al successo o meno di realizzare effettivamente la serie. Il test è stato superato e la serie televisiva di Galactica è ancora in onda in America alla quarta stagione. Merito soprattutto di questo pilota: avendo fini “pubblicitari”, presenta in una volta sola i temi di Galactica, riuscendo però a non ingolfare gli ingranaggi della narrazione. La prima parte è nostalgica, infiniti sono i rimandi alla vecchia serie e ad altre serie ad essa contemporanee: è un omaggio riuscitissimo alla fantascienza degli anni ’80, quella magari ingenua ma con un fascino che è a tuttoggi insuperato. Allo scoppio della guerra con i Cyloni, nella seconda parte, si cambia il tono: ben lontani dall’ottimismo ed il positivismo di Star Trek, si piomba in un contesto in cui non c’è salvezza, di una crudezza a volte disarmante, pessimista e tecnofobica, ricordando più un vero e proprio film di guerra che non di fantascienza, a metà fra l’Odissea e l’Esodo biblico. E’ l’ingresso del moderno, a cui manca la sorpresa di fronte alle stelle che caratterizzava il vecchio, e che deve rimanere ancorato ad un’esilissima speranza per non cadere nel baratro del nichilismo. Il confronto-scontro tra le due epoche è affascinante ed interessante, più che riuscito grazie anche ad un ottimo cast che tiene bene le fila dei propri personaggi (in particolare la Helfer, bellissima e gelida robot umana), oltre ovviamente ad una sceneggiatura di ferro. Davvero stupenda la colonna sonora di Richard Gibbs.

TITOLO ORIGINALE: Battlestar Galactica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...