Perfect Creature

PERFECT CREATURE di Glenn Standring. Con Dougray Scott, Saffron Burrows, Leo Gregory, Scott Wills. Nuova Zelanda, G. B., 2008. Horror.

Coproduzione internazionale, Perfect Creature è il sesto film più costoso mai girato in Nuova Zelanda. La storia si svolge in un universo parallelo, in cui gli uomini convivono pacificamente da tre secoli con i Fratelli, una razza di vampiri nata in seguito ad esperimenti genetici. Questa armonia sta per essere infranta da Edgar, un vampiro ribelle che ha cominciato ad uccidere esseri umani ed a nutrirsi del loro sangue. Sulle sue tracce viene mandato Silus, uno dei membri più in vista della Chiesa dei Fratelli, coadiuvato da una poliziotta umana, Lilly. Quello che scopriranno sarà molto più che un ribelle esaltato…

Il primo impatto visivo con il film è di sicuro effetto: l’universo di Perfect Creature presenta una commistione temporale affascinante, riunendo in un’unica, imprecisata città elementi da più epoche. Abbiamo così quella che somiglia ad una Londra vittoriana, per le cui strade girano automobili anni ’20 ed i cui cieli sono solcati da dirigibili anni ’30; le persone che la abitano indossano vestiti alla Dickens, ma hanno pettinature decisamente moderne, mentre i Fratelli sono vestiti con spolverini e completi neri contemporanei; le conoscenze genetiche dimostrate e le ricerche scientifiche effettuate sono invece quasi futuribili. Il fascino viene preservato per tutta la prima parte, durante una caccia all’uomo che ricorda molto da vicino quella di Jack lo Squartatore, con tanto di lettere mandate alla polizia. Tutto quanto c’è di buono nel film, però, si perde irrimediabilmente nella seconda parte, che schiaccia con la banalità di un assunto visto e rivisto tutti gli elementi originali e suggestivi che era riuscito ad introdurre. Gli elementi anticlericali sono poi solo accennati e non approfonditi, tanto che appaiono quantomeno fuori luogo, non essendo loro data alcuna spiegazione. Quando, poi, si arriva a prendere del materiale narrativo e visivo in prestito da film come Underworld e Darklight, si è proprio toccato il fondo. Il cast, poi, rimane confuso e disorientato per buona parte della pellicola, con l’unica eccezione in Leo Gregory, ottimo “cattivo”, che rifà Willem Dafoe. Peccato, perché il primo tempo lasciava presagire ben altro.

TITOLO ORIGINALE: Perfect Creature

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...