Il Cavaliere Oscuro

IL CAVALIERE OSCURO di Christopher Nolan. Con Christian Bale, Heath Ledger, Maggie Gyllenhaal, Aaron Eckhart. Usa, 2008. Fantastico.

Tratto dalla serie a fumetti Batman della DC Comics, Il Cavaliere Oscuro è il seguito di Batman Begins. Il film comincia un anno dopo la fine del primo episodio: Batman è ormai riuscito ad intimidire la malavita, che si è ritirata in affari sempre più “discreti”. Assieme all’amico Jim Gordon ed al nuovo, integerrimo procuratore distrettuale Harvey Dent, il Cavaliere Oscuro sta per dare lo scacco matto alle più importanti famiglie mafiose della città. Messo alle strette, il boss Maroni ingaggia uno strano uomo truccato come un clown: il Joker, uno psicopatico criminale che si è offerto di uccidere Batman. Joker scatenerà una guerra senza quartiere per il controllo di Gotham City, una guerra che ben presto assumerà i contorni di una sfida personale a Batman…

Stupefacente. Nolan realizza quello che, nel panorama sempre più vasto del cinema di genere, è indubbiamente uno dei migliori cinecomics di sempre. Il Cavaliere Oscuro viene affrontato nella maniera opposta a Batman Begins: stavolta, la parte “blockbuster”, con scene d’azione mozzafiato e tripudi di effetti speciali viene sfruttata nella prima parte, lasciando la seconda allo srotolamento della trama più complessa. Lo scontro fra la gelida fissità della maschera di Batman ed il perenne e sguaiato ghigno del Joker si configura come una lotta, mai banale, fra bene e male, ordine e caos. Il Joker di Ledger è fenomenale: una figura tra le più inquietanti degli ultimi tempi, capace di creare dal nulla una sinfonia di terrore e caos, perennemente in bilico tra una lucidità assassina ed una follia assoluta. Qualche ammiccamento al Joker di Nicholson durante il ricevimento nell’attico di Wayne, ma, per il resto, questa versione del Clown del Crimine è profondamente diversa da quella naiv e cartoonesca del film di Burton: più crudo, più violento, più fisico. Bale rende il suo Batman sempre più tormentato e solitario (solo), l’altra faccia della medaglia per l’ilare Joker. Gran parte della scena è per lo splendido Harvey Dent di Eckhart: una figura tragica, disperata, un uomo integerrimo e morale la cui mente viene a poco a poco spezzata dalla furia degli eventi. Michael Caine, Morgan Freeman e Gary Oldman sono degli ottimi comprimari, con più profondità di analisi caratteriale di quella che molti altri film riservano agli stessi protagonisti. Unica nota dolente la Gyllenhaal, che non si dimostra all’altezza di Katie Holmes, ma che tutto sommato funziona. La colonna sonora di Zimmer e Howard accompagna lo spettatore in un crescendo di angoscia e tensione, mantenendolo, assieme alla storia sempre più avvincente e appassionante, incollato alla poltrona per tutto il secondo tempo. Nolan dimostra di essere un regista intelligente, capace di usare un’icona dei fumetti per elaborare una riflessione morale tra le più suggestive, contorniata da un ottimo film d’azione mai prevedibile, capace di spiazzare sempre lo spettatore. Imperdibile.

TITOLO ORIGINALE: The Dark Knight

Annunci

1 Comment

  1. Concordo. Di sicuro, anche a livello di trama, molto più complesso e particolare di molte altre pellicole tratte dai fumetti.
    Del resto, nel caso di Batman, bastava attenersi ad essi per avere un buon film…e così è stato ! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...