La Mummia

LA MUMMIA di Stephen Sommers. Con Brendan Fraser, Rachel Weisz, Arnold Vosloo, John Hannah. Usa, 1999. Fantastico.

Remake dell’omonimo film di Karl Freund del ’32, La Mummia vinse numerosissimi premi, fra cui il Saturn Award per Miglior Trucco e il BMI Award per Milgiore Colonna Sonora. Nel 1290 a. C., il gran sacerdote Imhotep viene mummificato vivo per aver ucciso il faraone, folle d’amore per la di lui amante Anck-su-namun. Nel 1921, la legione straniera si imbatte nelle rovine di Hamunaptra, la città dei morti dove Imhotep è sepolto. L’americano Rich O’Connell, unico sopravvissuto, decide di portarci l’archeologa Evy Carnahan, facendole da guida in cambio della cauzione. Il loro gruppo risveglierà la furia distruttrice di Imhotep, ancora desideroso di vendicarsi e di ricongiungersi all’amata.

Inutile ricercare tracce del film con Boris Karloff fuori dall’assunto, non ce ne sono. Fatto sta che La Mummia è uno dei più riuscito pop-corn movie degli ultimi tempi. Il progetto è stato a dir poco travagliato: inizialmente, la Universal voleva un film horror ed ha contattato come registi Clive Barker prima e George Romero dopo, scartandoli per il target troppo alto cui il loro film sarebbe andato incontro. E’ stato poi il turno di Joe Dante, il cui script è stato largamente utilizzato nella versione finale del film, ma anche lui venne scartato. Mick Garris se ne andò a metà progetto e Wes Craven rifiutò l’offerta. Finalmente, la pellicola arrivò nelle mani di Stephen Sommers, giostraio d’alta scuola, che ha saputo costruire un film campione di incassi. Ci sono molte più risate che brividi in questo La Mummia, ed i modelli di Sommers sono chiaramente i film di Indiana Jones, ma anche Giasone e gli Argonauti di Don Chaffey. Brioso, divertente, ritmato, unisce in sé il film d’avventura, la storia dell’orrore, la commedia sentimentale e mirabolanti scene d’azione. Interpreti divertiti e divertenti, con un plauso speciale a John Hannah, spalla comica di turno, e il tragico e terrificante Arnold Vosloo (impossibile non tifare per lui). Strabilianti gli effetti speciali, che si sono meritati una nomination all’Oscar (perso contro Matrix). Bella anche la colonna sonora di Jerry Goldsmith, con toni che ricordano i vecchi serial d’avventura anni ’30 – ’40 come Congo Bill o Jungle Menace. Il film ha dato luogo a due sequel, un prequel, una serie animata, diversi romanzi ed un roller coaster agli Universal Studios di Orlando.

TITOLO ORIGINALE: The Mummy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...