Sliding Doors

SLIDING DOORS di Peter Howitt. Con Gwyneth Paltrow, John Hannah, John Lynch, Jeanne Tripplehorn. Usa, GB, 1998. Drammatico.

Film d’esordio alla regia dell’ex attore Peter Howitt, il pluripremiato Sliding Doors prende spunto da un’idea del regista polacco Krysztof Kieslowski, ripresa poi anche dal tedesco Tom Tykwer. Helen Quiley lavora per un’azienda di PR, almeno fino a che i suoi superiori non la licenziano per le sue continue disattenzioni. Frustrata e depressa, prende la metropolitana torna a casa, ma solo per trovare il proprio fidanzato, Jerry, a letto con un’altra donna. Infuriata, va a stare dalla sua migliore amica Anna e comincia una nuova vita. Ma se non avesse mai preso quella metropolitana?

L’assunto di Sliding Doors è semplicemente geniale: ogni nostra singola scelta e azione condiziona la nostra esistenza più di quanto non sia immediatamente visibile. Se qualcosa fosse andato in un modo invece che in un altro, anche un dettaglio minimo come appunto perdere o prendere un certo treno, la nostra vita sarebbe completamente diversa. Hewitt si dimostra abile nel giostrare i personaggi di entrambi gli “universi paralleli” che mette in scena, che si intrecciano, si scontrano, si incontrano. Molti i riferimenti a Kieslowski, che già ne Il caso (1981, distribuito anche come Destino cieco) aveva affrontato un tema simile. La Paltrow è davvero brava, si muove con disinvoltura fra una Helen e l’altra, riuscendo convincente in entrambi i ruoli, per quanto diversi. A volte il film rischia di perdersi nell’intreccio di storie da soap opera ed allontanarsi dal quadro principale, ma Hewitt si riprende sempre all’ultimo con una certa maestria. La colonna sonora è un paradiso del pop, fra Elton John, Aqua, Dido, Aimee Mann, Jamiroquai e quant’altro. Divertente, appassionante, originale quanto basta, soprattutto intelligente: decisamente un buon film.

TITOLO ORIGINALE: Sliding Doors

Annunci

1 Comment

  1. http://afric[..] Sliding Doors « » (The Butterfly Effect, 2004). In altre parole piccole variazioni nelle condizioni iniziali producono grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un sistema. Ovvero la Teoria del caos: « » (Ala [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...