Istinto animale

ISTINTO ANIMALE di Dario Argento. Con Meat Loaf, John Saxon, Ellen Ewusie, Link Baker. Usa, 2007. Horror.

Tratto da un racconto di F. Paul Wilson, Istinto animale è il sesto film della seconda stagione di Masters of Horror. Jake Feldman è padrone di una industria tessile che lavora le pellicce. Il suo sogno è di diventare ricco grazie alla sua attività, in modo da potersi permettere i favori della bella lap-dancer Shanna, ma gli affari vanno in ribasso. Questo finché non mette le mani su alcune pellicce di procione che due cacciatori, poi morti in modo orribile, gli volevano vendere. Dalle splendide pelli Feldman ha intenzione di creare la più bella pelliccia mai vista, ma i procioni uccisi non erano semplici animali, e non hanno preso bene il fatto di essere stati ammazzati…

L’esordio di Argento nella serie Masters of Horror, Jenifer, aveva fatto ben sperare in questo secondo episodio diretto dal regista italiano. Purtroppo, ogni speranza si infrange miseramente di fronte ad Istinto animale: decisamente più gore e splatter del precedente mediometraggio, il film si concentra unicamente sul gioco al massacro, preoccupandosi esclusivamente di architettare sempre più raccapriccianti metodi di eliminare i protagonisti. Il tema animalista del film, a detta del regista molto caro ad Argento, rimane in secondo piano, sommerso da litri e litri di sangue versato nei modi più fantasiosi, che vorrebbero essere una sorta di dantesco contrappasso ma che risultano essere solo autocompiacimenti degni di un Saw o di un Hostel. Chissà perché, poi, Argento nei Masters of Horror scivola sempre nel soft-core, stavolta ancor più che in Jenifer, in cui tutto sommato il tema della seduzione era funzionale alla storia; qui, invece, le scene più erotiche hanno un che di voyeuristico che poco ha a che fare con l’atmosfera generale del racconto e che lasciano l’impressione di una degenerazione psicotica di Tinto Brass. La colonna sonora viene firmata da Simonetti, ex dei Goblin e storico collaboratore di Argento, ma nel particolare non brilla più di tanto e si lascia travolgere dall’autocitazionismo. Un’occasione persa per Argento per riabilitare il proprio nome, e per i Masters of Horror di regalare al pubblico un’altra piccola perla di genere.

TITOLO ORIGINALE: Pelts

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...