Panico sulla montagna

PANICO SULLA MONTAGNA di Don Coscarelli. Con Bree Turner, John De Santis, Angus Scrimm, Ethan Embry. USA, Canada, 2005. Horror.

Primo episodio della prima stagione di Masters of Horror, Panico sulla montagna è tratto dal racconto di Joe R. Lansdale Incidente su una strada di montagna (e dintorni). Mentre sta guidando di notte su una strada di montagna, la giovane Ellen ha un incidente. Quando si riprende, scopre di essere andata a sbattere contro un’auto apparentemente abbandonata, ma di lì a poco trova l’occupante, un’altra giovane donna, assalita dal killer Faccia di Luna. L’uomo prende di mira anche Ellen, iniziando con lei una corsa per la sopravvivenza nella foresta. In momenti come questo, la mania per i corsi di sopravvivenza del marito di Ellen, Bruce, può risultare utile.

Per iniziare il suo ciclo di film dell’orrore, Mick Garris si rivolge all’amico e collega Don Coscarelli, regista della serie di Phantasm, per un inizio in grande stile. Coscarelli, per non deludere le aspettative, torna a lavorare sui libri dello scrittore pulp Joe Lansdale, dopo aver adattato con successo il suo Bubba Ho-Tep. La storia non ha, almeno in apparenza, niente di particolare, qualcosa a metà fra Le colline hanno gli occhi, Non aprite quella porta ed uno qualsiasi dei Venerdì 13. Il tocco d’originalità sta nel ribaltamento delle prospettive, nella mutazione della vittima in carnefice, più di una volta in tutto il film. La (a)morale è piuttosto semplice: mostri non si nasce, si diventa. Come la semplice ragazza di città si trasformi in una Rambo in gonnella affrontando il marito maniaco di sopravvivenza prima (in inglese c’è un termine quasi intraducibile, survivalism, che identifica proprio questo genere d’ossessione, molto comune in America) ed il serial killer albino poi, dovrebbe rappresentare una dimostrazione pratica di questa teoria. Coscarelli condisce tutto con del sano splatter di genere, fra occhi cavati, cadaveri appesi, trappole amatoriali ma sadiche. La narrazione riesce a mantenersi viva, non si rischia di perdersi nella realizzazione ed il risultato finale risulta quasi credibile, quel tanto che basta a rendere la pellicola godibile. Sicuramente lontano da altri Masters of Horror ben più elaborati, Panico sulla montagna rimane comunque un buon prodotto di genere, vedibile senza rimpianti.

TITOLO ORIGINALE: Incident on and off a Mountain Road

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...