007: Casino Royale

007: CASINO ROYALE di Martin Campbell. Con Daniel Craig, Eva Green, Mads Mikkelsen, Judi Dench. USA, GB, Germania, Repubblica Ceca, 2006. Azione.

Tratto dal primo romanzo omonimo di Ian Fleming, 007: Casino Royale è il ventunesimo film della serie di Bond. Dopo essere stato promosso ad agente “doppio zero”, James Bond riceve la sua prima missione: intercettare e catturare un pericoloso terrorista in Madagascar. Anche se la missione va male, finendo con la morte dell’indiziato, Bond riesce a risalire al mandante degli attentati che stanno sconvolgendo il mondo: si tratta di Le Chiffre, uno spietato banchiere che finanzia con i soldi dei dittatori del terzo mondo terroristi e mercenari perché facciano crollare le azioni delle società rivali. L’MI6 ha in mente un piano per mandare in bancarotta Le Chiffre e costringerlo così a collaborare, e Bond è la carta vincente…

Dopo le delusioni portate dagli ultimi film di Bond con Pierce Brosnan, la MGM ha deciso di rivoluzionare completamente il franchise di uno dei suoi personaggi di punta: 007: Casino Royale è un vero e proprio reboot della serie, riportata alle origini sia del personaggio che della struttura. Questo Bond è più crudo e violento, più “urbano”, molto più simile a quello dei romanzi di Fleming di quanto non fossero i precedenti (con la possibile eccezione di Connery). “Ripulito” dai vari gadget fantascientifici (manca anche il fedelissimo Q), Casino Royale torna ai romanzi, presentando una storia di spie più realistica, con qualche tratto noir, con molti aspetti del film d’azione. Maggiore introspezione anche per quanto riguarda il protagonista, Bond, cui Daniel Craig dà inaspettatamente una profondità finora inedita, facendo trasparire gli aspetti più umani del personaggio. Molti tabù sono infranti (Bond si innamora, tanto per dirne una) e molti dei marchi di fabbrica sono eliminati, ma solo per essere riconquistati passo passo, a partire dalla frase di lancio che ha reso 007 una leggenda, quel “Mi chiamo Bond, James Bond” che ha fatto innamorare milioni di persone. Anche il villain della situazione ha subito un drastico ridimensionamento: non c’è nessun super uomo con mani o denti d’acciaio che vuole conquistare il mondo, solo un banchiere senza scrupoli, un finanziere che vuole dominare la borsa, specchio di un’epoca che vive sul mercato. Gli attori italiani fanno la loro bella figura nella pellicola: splendido Giancarlo Giannini, nel ruolo della spia Rene Mathis; bellissima e brava Caterina Murino, prima bond-girl del nuovo ciclo di film; abbastanza trascurabile invece Claudio Santamaria nel ruolo del terrorista Carlos, poco più che una comparsa. Nonostante i numerosi cambiamenti, il film non delude, riesce a mantenere i ritmi altissimi anche quando la scena rimane incollata ad un tavolo da poker, regala adrenalina in quantità ma mantiene una buona coerenza narrativa e presenta un intreccio non banale, capace di appassionare. Eliminando tutto il superfluo, rimane l’essenziale: un ottimo Bond, un buon film d’azione già di per sé. Nei progetti degli sceneggiatori, Casino Royale è il primo film di un’ideale trilogia delle origini di Bond.

TITOLO ORIGINALE: 007: Casino Royale

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...