Men in Black II

MEN IN BLACK II di Barry Sonnenfeld. Con Will Smith, Tommy Lee Jones, Rosario Dawson, Lara Flynn Boyle. USA, 2002. Fantascienza.

Sequel di Men in Black, Men in Black II è tratto dall’omonima serie a fumetti della Malibu Comics ideata da Lowell Cunningham. Sono passati anni da quando J è diventato un agente MIB, ma ancora non riesce a trovarsi un partner che lo soddisfi. Quando però la Terra viene minacciata dalla spietata aliena Serleena, alla ricerca di un illimitato potere nascosto da qualche parte sul pianeta, i Men in Black sono costretti a richiamare in servizio il pensionato K. J, in quanto ex partner, viene incaricato della missione, ma prima di rimettere l’amico in azione è necessario fargli recuperare la memoria cancellata. Inutile a dirsi, la cosa risulterà essere più complessa del previsto.

Cavalcando il successo del primo film, Sonnenfeld realizza a poca distanza un seguito, riportando il cast originale e gli elementi che hanno fatto la fortuna dei simpatici agenti segreti creati da Cunningham. Men in Black II vede così un cast d’eccezione, alle prese con azione adrenalinica, effetti speciali strabilianti, costumi e trucchi eccezionali, un umorismo di fondo che accompagna sempre anche le scene più drammatiche. Anche questo seguito ha avuto un enorme successo di botteghino, sebbene la critica l’abbia accolto piuttosto tiepidamente. Le ragioni sono palesi: per quanto funzioni un meccanismo, ripeterlo senza una seppur minima variazione può portare a stancarsi anche delle trovate più valide. I meccanismi della storia sono gli stessi, le gag sono le stesse, gli alieni non stupiscono più di tanto. Certo, il cast funziona alla perfezione: Smith e Jones sono ormai una coppia piuttosto affiatata e si spalleggiano per tutto il film, riuscendo a creare un duo improbabile quanto efficace; Lara Flynn Boyle è un’eccezionale villain, a metà fra una dominatrix galattica ed una spietata conquistatrice; Rip Torn si conferma come ottimo caratterista, e Rosario Dawson sostituisce egregiamente Linda Fiorentino. Il cast dei “cattivi” si è allargato notevolmente rispetto al primo film, presentando una più che pittoresca galleria di teppisti e criminali alieni da fare invidia alla taverna di Mos Eisley di Star Wars. Quindi il problema sta tutto nella mancata originalità di uno script che copia se stesso nella misura in cui non riesce ad aggiungere niente di nuovo al primo film. In ogni caso, il risultato è uno spettacolo moderatamente divertente, seppur con qualche momento di piattezza, che non fa rimpiangere del tutto la visione. Sempre più che valida la colonna sonora di Danny Elfman.

TITOLO ORIGINALE: Men in Black II

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...