Se mi lasci ti cancello

SE MI LASCI TI CANCELLO di Michel Gondry. Con Jim Carrey, Kate Winslet, Elijah Wood, Tom Wilkinson. USA, 2004. Drammatico.

Secondo lungometraggio statunitense di Michel Gondry, Se mi lasci ti cancello ha vinto un Oscar, un National Board of Review Award, uno Ioma ed un BAFTA, tutti per la Migliore Sceneggiatura Originale. Dopo una storia d’amore finita male, Clementine decide di ricorrere all’avanguardistica terapia mentale del dottor Mierzwiak, in modo da cancellare i ricordi della sua storia con Joel e smettere di soffrire. Quando Joel viene a sapere del fatto, si segna anche lui fra i pazienti di Mierzwiak per ripicca. Cominciata la terapia, però, l’uomo si rende conto di star cancellando alcuni dei ricordi migliori che possiede, e tenta di ribellarsi: comincia una lunga battaglia mentale per salvare un poco del tempo passato assieme a Clementine.

Fino a poco tempo fa, il film di Gondry poteva essere presentato quasi come fantascientifico; a riprova, invece, della sua inquietante natura profetica, qualche mese dopo l’uscita di Se mi lasci ti cancello è stata messa su mercato negli USA una pillola per eliminare i ricordi traumatici e vivere felici. E proprio su questa concezione del dolore e della memoria si basa lo splendido film di Gondry, il cui titolo originale è tratto da un brano dell’opera in poesia Eloisa to Abelard di Alexander Pope (tradotto letteralmente L’inifnita letizia della mente candida): la tesi di partenza del film si muove da una citazione da Nietzsche, “Beati gli smemorati, perché avranno la meglio sui propri errori”. Niente di meglio, dunque, di poter cancellare con un colpo di spugna i brutti ricordi, le storie andate male, i tanto citati traumi, ed il dolore che si portano dietro. Nel percorso di progressiva autoconsapevolezza di Joel Barish, interpretato da uno splendido Jim Carrey, si ha però un totale ribaltamento di questa concezione semplicistica e, tutto sommato, vigliacca della persona umana: gli smemorati non avranno la meglio sui propri errori, ma proprio perché non li ricordano sono destinati a ripeterli. Senza contare il fatto che sono proprio i nostri errori, le nostre ferite, i nostri dolori, a renderci più forti, a darci l’esperienza necessaria ad affrontare la vita, le sue nuove sfide, e se inizialmente sono quasi insopportabili, è solo perché, come ogni processo di crescita, c’è bisogno di tempo per imparare ad assimilare ed a trarre del buono da ciò che fa male. Senza troppi intimismi, senza retorica, cercando più di far capire che di convincere, Gondry realizza uno dei suoi film migliori, sincero, malinconico, spiazzante, animato da una speranza che, al contrario di tutto il resto, non viene mai dimenticata. Eccezionali gli attori, soprattutto Kate Winslet, che ha ottenuto anche uno Ioma per la sua interpretazione, ed Elijah Wood, mai così odioso. La colonna sonora raccoglie la collaborazione di grandi artisti, Jon Brion, Don Nelson, Lata Mangeshkar, James Warren, che accompagnano le immagini con sinfonie e brani perfetti all’occasione. Eccezionale. Unico, grande demerito per la distribuzione italiana, che con l’orrendo titolo Se mi lasci ti cancello è riuscita in un colpo solo a sminuire la profondità del film, facendolo passare per una commedia romantica, che non è, e ad attirare il pubblico sbagliato, escludendo invece quello che ne avrebbe tratto più beneficio.

TITOLO ORIGINALE: Eternal Sunshine of the Spotless Mind

Annunci

4 Comments

  1. pienamente d’accordo sulla condanna della traduzione del titolo… è un film che adoro.
    Non era lo stesso Nietzsche a dire “ciò che non ti uccide ti rende più forte” ? ( tipo i sayan insomma XD )

  2. Già, proprio lui, ma nella sua concezione della Storia era decisamente più propenso all’annientamento della memoria, più che altro per lasciare “spazio” e originalità al futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...