Dragon Ball Z – Il ritorno di Goku e compagni

DRAGON BALL Z – IL RITORNO DI GOKU E COMPAGNI di Yoshihiro Ueda. Con (voci) Masako Nozawa, Ryō Horikawa, Masakazu Morita, Daisuke Gōri. Giappone, 2008. Animazione.

Quarto special tv dedicato al celebre manga di Akira Toriyama, Dragon Ball Z – Il ritorno di Goku e compagni  è stato realizzato in occasione del Jump Anime Super Tour. Tutto il Team Z si riunisce per festeggiare assieme a Mr. Satan l’apertura del suo nuovo hotel, in celebrazione della sua vittoria contro Majin Bu. Il party, però, viene interrotto dall’arrivo di Table, il debole fratello di Vegeta, che chiede aiuto a Goku e compagni: è infatti inseguito da due potenti ex soldati di Freezer, Abo e Kado. Affatto intimoriti dai nuovi avversari, gli eroi vedono anzi nel loro arrivo una buona occasione per far allenare i rispettivi figli, Goten e Trunks…

A più di dieci anni di distanza dall’ultimo episodio trasmesso dell’anime di Dragon Ball, lo special della Jump, rilasciato in occasione del 40° anniversario della rivista, riesce a riproporre un mito sempreverde dell’animazione giapponese. A scrivere ed ideare il film, stavolta, c’è lo stesso Toriyama, che rimette le mani sulle proprie creature in quello che risulta essere una delle più divertenti trasposizioni del suo manga. Il ritorno di Goku e compagni, infatti, è più una parodia dell’intera serie che un seguito vero e proprio, e stravolge i meccanismi tipici della narrativa di Toriyama: se in tutte le precedenti versioni, infatti, al progredire dei poteri dei protagonisti corrispondeva l’arrivo di nemici sempre più forti, stavolta gli avversari considerati temibilissimi dal nuovo arrivato Table non sono affatto all’altezza dei nostri eroi, temprati dalle numerose battaglie passate. Lo scontro che ne segue quindi è solo un pretesto per un sentito omaggio a decenni di avventure, con la riscoperta di tutti i principali personaggi, anche quelli dimenticati nel corso di Dragon Ball Z e/o GT (con l’unica eccezione di Tenshinhan e Jiaozi) e una revisione delle mosse caratteristiche di ognuno. Gli autori si divertono, non si prendono troppo sul serio, rivisitano un mito con la sola intenzione di omaggiarlo, riuscendoci perfettamente. La sigla iniziale è ricalcata sulla prima in assoluto della serie Z, la Cha-La-Head-Cha-La di Hironobu Kageyama, aggiornata alla fine delle serie. Per gli appassionati, un film godibilissimo, ben più della maggior parte dei precedenti, che pur ricalcavano (forse eccessivamente) lo stile dell’anime originale.

TITOLO ORIGINALE: Dragon Ball Ossu! Kaette Kita Son Gokū to Nakama-tachi!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...