Star Trek V – L’ultima frontiera

STAR TREK V – L’ULTIMA FRONTIERA di William Shatner. Con William Shatner, Leonard Nimoy, Nichelle Nichols, Laurence Luckinbill. USA, 1989. Fantascienza.

Quinto film tratto dalla celebre serie di Gene Roddenberry, Star Trek V – L’ultima frontiera è il seguito di Rotta verso la Terra. L’equipaggio dell’Enterprise viene inviato su Nimbus III per liberare alcuni diplomatici tenuti in ostaggio da un misterioso profeta. Questi si rivela essere Sybok, il fratellastro di Spock, un eretico vulcaniano che ha abbandonato la logica per il sentimento. Sybok riesce ad impossessarsi dell’Enterprise ed a costringere Kirk a portarlo al centro della galassia, su un leggendario pianeta sul quale, secondo antiche mitologie vulcaniane, vive Dio. Riluttante, Kirk si trova costretto a piegarsi al volere del vulcaniano.

Desideroso di bissare il successo dell’amico e collega Nimoy come regista, William Shatner riuscì a farsi affidare la regia del quinto film di Star Trek, fornendo anche il soggetto. I risultati, purtroppo, sono ben lontani da quelli ottenuti da Nimoy. Odiato e misconosciuto anche dai fan irriducibili, L’ultima frontiera ha ottenuto ben tre Razzie Awards (Peggior Film dell’Anno, Peggior Attore Protagonista per William Shatner, Peggior Regista sempre per Shatner). Le ragioni di un’accoglienza così fredda sono evidenti: Shatner si inalbera fra velleità metafisiche inconcludenti, che sfociano in una conclusione che più banale e banalizzante non si può, il tutto condito con una narrazione estremamente lenta e noiosa. Il santone Luckinbill non convince affatto come fratello di Spock, ed i legami di parentela accampati nel film sono solitamente considerati fuori continuity rispetto all’originale. Unica nota positiva nell’infinito universo di presunzione e noia rappresentato da L’ultima frontiera è il ritorno di Jerry Goldsmith alle musiche: la sua leggendaria colonna sonora torna in pompa magna, e vede finalmente riconosciutasi il ruolo da coprotagonista che le era stato negato nei tre precedenti episodi. Nonostante il successo di botteghino, che vide il film primo in classifica per diverse settimane, Star Trek V non venne distribuito ovunque, Italia compresa, e venne relegato in molti paesi al solo mercato home video. La Paramount imparò la lezione alla prima, e proibì a Shatner di tornare alla regia dei successivi film. Una vera fortuna.

TITOLO ORIGINALE: Star Trek V – The Final Frontier

Annunci

1 Comment

  1. Uno dei peggiori film della storia a mio parere! Mi chiedo ancora oggi come sia venuto in mente al mio mito William Shatner di fare di un episodio di Star Trek un filmaccio sulla religione e la metafisica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...