Il cannibale

IL CANNIBALE di Peter Medak. Con Johnathon Schaech, Venus Terzo, Myron Natwick, Saul Rubinek. USA, Canada, 2007. Horror.

Tratto dal racconto I Washingtoniani di Bentley Little, Il cannibale è il dodicesimo episodio della seconda stagione di Masters of Horror. Mike Franks e la sua famiglia ereditano la vecchia casa della nonna alla morte di questa: qui per caso ritrovano un carteggio che contiene una dichiarazione di cannibalismo da parte del presidente George Washington. Da quel momento, Mike, la moglie Pam e la figlia Amy vengono perseguitati da un’antica setta di antropofagi, i Washingtoniani, che vogliono impedir loro di diffondere la verità sul primo presidente degli Stati Uniti d’America.

Peter Medak è, fortunatamente, un altro esempio di come un regista poco conosciuto e comunque lontano dalle grandi produzioni sappia confezionare un film anche più godibile di quelli dei grandi registi coinvolti nel progetto di Mick Garris Masters of Horror. Il regista di Species II e di Changeling, partendo da un ottimo racconto di Bentley Little, realizza uno dei più divertenti film della seconda stagione, sempre in bilico fra thriller e black comedy. Se la recitazione lascia un po’ a desiderare, specie quella dei cannibali Washingtoniani, un po’ troppo sopra le righe per risultare spaventosi, diversi tocchi di classe nella sceneggiatura aiutano a farsi piacere Il cannibale: da un inizio stile Il mistero di Sleepy Hollow, passando per una lovecraftiana ricerca nell’orrore, fino ad approdare ad un disgustoso banchetto che molto ha in comune con In compagnia dei lupi (o, sotto certi aspetti, anche col pasoliniano Salò o le 120 giornate di Sodoma), Medak e gli sceneggiatori Chizmar e Schaech (anche protagonista) riescono a divertire ed appassionare. Il finale squisitamente tragicomico e pessimistico del racconto originale viene cambiato, in favore di uno che però sotto l’apparente buonismo nasconde una riuscita satira poltica, tanto più apprezzabile quanto più d’attualità. Certo, non un capolavoro, ma Il cannibale risulta comunque essere fra i migliori episodi prodotti da Garris. Persino il titolo italiano, stavolta, non sfigura troppo nel confronto con l’originale.

TITOLO ORIGINALE: The Washingtonians

Annunci

1 Comment

  1. E’ l’unico, per ora, che ho visto della seconda serie (con la prima sono arrivata all’ottavo episodio) e devo dire che al di là dell’idea di base molto divertente ed originale, non mi è piaciuto il modo in cui è stata realizzata. Al di là della recitazione veramente inadeguata (sia dei protagonisti buoni che di quelli cattivi) mi è parso di notare una vistosa virata verso il grottesco e il comico, non volontario però…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...