Terminator

TERMINATOR di James Cameron. Con Linda Hamilton, Michael Biehn, Arnold Schwarzenegger, Lance Henriksen. USA, 1984. Fantascienza.

Primo film di una fortunata serie cinematografica, Terminator ha vinto un Gran Prix al Festival Internazionale del Film Fantastico di Avoriaz. Nel 2029, l’umanità sopravvissuta ad un olocausto nucleare è in guerra con un esercito di macchine guidate dal super computer Skynet. Per vincere lo scontro, Skynet invia nel passato, nel 1984, un cyborg killer, un Terminator, per uccidere Sarah Connor, futura madre del leader della resistenza umana, John. Per salvare Sarah e se stesso, John Connor manda indietro uno dei suoi migliori agenti, Kyle Reese, che dovrà proteggerla dal Terminator.

Guardando Terminator, l’appassionato medio di fantascienza deve completamente scordarsi di Asimov e delle sue leggi della robotica: le macchine di Cameron sono spietate e calcolatrici, impegnate in un’edipica guerra con gli umani che le hanno costruite, talmente potenti da piegare il tempo. Qui comincia Terminator, con una futuro cupo ed anti-positivistico, che da subito si mette in polemica con la politica degli armamenti e con una visione buonista del futuro; futuro che si riversa poi sul presente, con l’arrivo del cyborg negli anni ’80, nel tentativo di cambiare una storia che però è scritta sulla pietra (per il T-800 come per Sarah e Kyle, le cui azioni, in una scena eliminata del film, sono mostrate come le dirette cause della creazione di Skynet, in un tempo rigorosamente piegato ad un inarrestabile fatalismo). Fra gli elementi che determinarono la fortuna del film, vi fu indubbiamente la storica interpretazione di Schwarzenegger, reduce da Conan il barbaro, che sostituisce Lance Henriksen nel ruolo del Terminator del titolo, trasformandolo in un colossale e terrificante golem omicida, con solo diciassette battute in tutto il film, ma con più di quaranta vittime all’attivo. Splendidi poi il make-up di Stan Winston, rimasto nella storia degli effetti speciali, e la colonna sonora di Brad Fiedel, la cui musica ricorda spesso il lavorare incessante di ingranaggi, ripetitiva, angosciante, claustrofobica. Un film indimenticabile, che nel suo piccolo ha rivoluzionato parte della fantascienza cinematografica, facilitando però su un altro lato la sua definitiva contaminazione col cinema d’azione. In ogni caso, imperdibile.

TITOLO ORIGINALE: The Terminator

Annunci

4 Comments

  1. Si, un film imperdibile (anche se credo che il sequel sia addirittura superiore) che ha rivoluzionato la fantascienza al cinema e il cyberpunk in generale…ciò che più ho amato di questi due film di Cameron è la perenne distruzione che regna sovrana per tutto il film:il secondo poi dura due ore e per tutt e due le ore non ci sono altro che inseguimenti, incidenti, esplosioni, violenza, senza un attimo di tregua. Due assoluti capolavori!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...