Lake Placid

LAKE PLACID di Steve Miner. Con Bridget Fonda, Bill Pullman, Brendan Gleeson, Oliver Platt. Canada, USA, 1999. Horror.

Uno dei più grandi flop del ’99, Lake Placid è il dodicesimo film di Steve Miner. La paleontologa Kelly Scott viene inviata nel Maine, presso il Lago Nero, ad investigare su uno strano dente rinvenuto nel cadavere di un sub, sbranato da un misterioso animale. Qui numerose morti e sparizioni si susseguono una dietro l’altra. Affiancata dall’agente della Polizia Ambientale Jack Wells, dal burbero sceriffo Hank Keough, e dall’eccentrico studioso Hector Cyr, Kelly scopre che l’autore delle aggressioni è un enorme coccodrillo, rimasto bloccato nel lago durante una migrazione. La caccia ha inizio.

Steve Miner è da sempre stato un regista molto versatile: passare da due capitolo della serie Venerdì 13 ed uno di Halloween ad Amore per sempre o Dawson’s Creek richiede indubbiamente una certa capacità di adattamento. Quello che Miner cerca di fare in questo suo Lake Placid è mettere questo suo talento al servizio di un solo film, mixando i generi nella realizzazione di qualcosa di diverso dal solito b-movie. Sotto un certo punto di vista, l’impresa riesce: Lake Placid non è decisamente un horror comune, se di horror si può parlare, e i vari aspetti decisamente comici della vicenda, a partire da una rosa di personaggi farseschi e di situazioni improbabili, lo presentano più come una black commedy che come altro. Ciò che più ha fatto storcere la bocca a critica e pubblico è la mancanza di stile nel giostrare i due aspetti della vicenda: che horror e commedia siano due generi che è possibile amalgamare, è indubbio, basti pensare anche a lavori come Creepshow o Le streghe di Eastwick; ciò che serve alla base, però, è un buon regista che sappia amalgamare bene i generi, impedendo all’uno di prendere il sopravvento sull’altro. In Lake Placid l’aspetto comico e farsesco della storia è del tutto preponderante su quello orrorifico, senza però sbilanciarsi del tutto ed essere parodia dell’horror, lasciando alla fine dei giochi un senso di incompiuto che si fa sentire nonostante il divertimento non manchi. Non certo un brutto film, ma senz’altro un’occasione malamente sprecata.

TITOLO ORIGINALE: Lake Placid

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...