Ken il guerriero – La leggenda di Raoul

KEN IL GUERRIERO – LA LEGGENDA DI RAOUL di Takahiro Imamura. Con (voci) Hiroshi Abe, Takashi Ukaji, Yuriko Ishida, Daisuke Gōri. Giappone, 2007. Animazione.

Tratto dal manga di Buronson e Tetsuo Hara, Ken il guerriero – La leggenda di Raoul è il sequel de La leggenda di Julia. Dopo la sconfitta dell’imperatore Sauzer per mano di Kenshiro, solo uno dei generali di Nanto è rimasto, il sesto, la cui identità è sconosciuta. Il potente Raoul, autonominatosi Re di Hokuto, decide di muovere guerra al generale, che ha messo su un esercito di volontari per opporglisi. Quando però il fiero guerriero scopre che dietro l’elmo del generale si cela il volto dell’amata Julia, le cose si fanno più complesse. Julia, poi, è protetta dal fratello/rivale di Raoul, l’eroico Kenshiro…

Terzo capitolo della pentalogia La leggenda del vero salvatore, il secondo ad uscire al cinema, La leggenda di Raoul presenta la stessa struttura del primo film, La leggenda di Hokuto, ovvero la ripropresentazione di eventi cardine del manga, approfonditi e posti sotto un punto di vista diverso da quello del protagonista. Nel caso specifico, è il potente Raoul a farla da padrone, e la storia va dal suo scontro con l’esercito di Nanto a quello con il gigante Fudo, fino alla fine per mano del fratello Kenshiro. Lo stile di Buronson e Hara è inconfondibile, ed i fan della serie originale avranno di che gioire sia per lo stile d’animazione, che omaggia l’originale nella staticità dei volti e nei movimenti enfatizzati, sia soprattutto per l’approccio alla trama. Senza togliere troppo al materiale originale (vengono eliminati i personaggi di Hyui del Vento e Juza delle Nuvole), Imamura riesce a restituire l’epica del manga di Buronson e Hara, la tragedia voluta dalle stelle della lotta fratricida di Raoul e Kenshiro, lo struggente sacrificio di Fudo, il calore della figura di Julia. Soprattutto la figura di Raoul è approfondita: all’apparenza un conquistatore spietato votato solo alla forza ed al potere personale, il Re di Hokuto viene rivelato essere invece un combattente per la pace, certo sui generis. Nell’ottica messianica del mondo di Buronson e Hara, Raoul è una sorta di Battista pagano: solo la sua opera di pacificazione, per quanto dura e spietata, può preparare la strada al vero salvatore, Kenshiro, colui che facendosi carico della tristezza e delle sofferenze del mondo intero può portare pace non solo alla terra, ma anche e soprattutto alle anime di chi incontra. Certo, l’universo di Hokuto no Ken è talmente sfaccettato, profondo e passionale che è quasi impossibile rovinarlo, ma il pregio de La leggenda del vero salvatore è, fino ad ora, proprio il voler trasmettere la bellezza e l’epica del manga senza però limitarsi ad una trasposizione calligrafica, ad un mero “riassunto”, ma aggiungendo fatti e personaggi che valorizzino il messaggio originale anziché impoverirlo. Caratterizzato da un fatalismo da tragedia greca e da una violenza comunque finalizzata ad altro e mai fine a se stessa, Ken il guerriero – La leggenda di Raoul riesce a raggiungere tranquillamente il livello de La leggenda di Hokuto, continuando a raccontare quello che ormai, a tutti gli effetti, è una vera e propria mitologia, con tutta la profondità e la bellezza del caso.

TITOLO ORIGINALE: Hokuto no Ken: Shin Kyuseishu Densetsu – Raō Den II Gekitō no Shō

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...