RETE 4, 21.10: Hook – Capitan Uncino

HOOK – CAPITAN UNCINO di Steven Spielberg. Con Robin Williams, Dustin Hoffman, Julia Roberts, Bob Hoskins. USA, 1991. Fantastico.

Ispirato a Peter Pan di James M. Barrie, Hook  – Capitan Uncino ha vinto un BMI Film Music Award, un Golden Screen, due Young Artist Award ed ha ricevuto nominations a quattro Oscar ed un Golden Globe. Peter Banning è un avvocato di successo, talmente preso dalla propria carriera da trascurare la moglie Moira ed i figli Jack e Maggie. Mentre sono in visita a Londra dalla nonna Wendy, Jack e Maggie vengono rapiti, e sulla porta della loro stanza viene trovato solo un biglietto firmato “Capitan Uncino”. Prima ancora di riuscire ad essere scettico, Peter si ritroverà all’Isola che non c’è per salvare i suoi figli…e per fare i conti col proprio passato di Peter Pan!

Sembra che lo sceneggiatore, Jim Hart, abbia avuto l’idea per la storia parlando con suo figlio, ancora bambino, che gli avrebbe dato i due punti di partenza di Hook: “…e se Capitan Uncino fosse riuscito a salvarsi dal coccodrillo?” e, soprattutto, “…e se Peter Pan diventasse grande?”. Gli assunti sono di una semplicità ed un’immediatezza che rasentano il geniale, tipici di un’inventiva tutta infantile che si tende a perdere. Sempre che il nome non sia Steven Spielberg. In mano al “Re di Hollywood”, la sceneggiatura di Hart è diventata uno dei film più divertenti, espressivi, energici, commoventi e fantasiosi della sua filmografia. Alla base di tutto c’è un palese desiderio di recuperare l’infanzia perduta, una dimensione di gioco e spensieratezza che, nonostante le pretese assolutistiche del mondo “dei grandi”, non ha motivo di non riuscire a sposarsi con l’età adulta. Quale personaggio migliore, come baluardo di questo “ritorno all’innocenza”, di Peter Pan? Robin Williams dà del suo meglio, fra lo stressato ed impegnatissimo Peter Banning e l’eroico e giocoso Peter Pan, riuscendo, da ultimo, a dare una sintesi dei due emozionante. La scena, però, è tutta per Dustin Hoffman, un memorabile Capitan Uncino, malinconico nella sua cattiveria, simpatico nella sua verve, umanissimo nella sua solitudine. Accanto a loro, un cast di comprimari di tutto rispetto: Campanellino è la sempre sorridente Julia Roberts, Spugna il simpatico ed impacciato Bob Hoskins, Wendy la splendida ed altera Maggie Smith. Anche il cast giovanile è azzeccatissimo, immerso nella storia, perfetto: Charlie Korsmo e Caroline Goodall sono i figli di Peter Pan, il primo dei quali “convertito” da Uncino; Dante Basco è Rufio, ribelle capo dei Bimbi Sperduti, con qualche eco di punk, protagonista di una delle scene più toccanti del film. Splendide le scenografie, le ricostruzioni, i costumi, che rendono vivo e palpabile un immaginario comune, bene o male, a tutti. La colonna sonora di John Williams (che era stato inizialmente contattato per rendere Hook – Capitan Uncino un musical) è emozionante, potente, trasportante. Gli effetti speciali dell’ILM fanno il resto, e trascinano lo spettatore in un’Isola che non c’è mai così viva e vera. Camei per Glen Close (nel ruolo di un uomo, pirata), Gwyneth Paltrow (una giovane Wendy), Phil Collins (l’ispettore di polizia), George Lucas e Carrie Fisher (una coppia di innamorati alla fine del film). Una splendida favola, dolce ed allegra, triste quando serve, con un immancabile lieto fine che aspetta. Nel suo piccolo, un capolavoro.

TITOLO ORIGINALE: Hook

Annunci

3 Comments

  1. sono legatissimo a questo film (cast stellare secondo me) che però Spielberg definisce l’unico della sua filmografia che non rifarebbe e di cui si sia pentito (nn so come faccia, considerando le boiate amistad, a.i., indiana jones 4).

  2. Un bel film a cui sono legato da quand’ero bambino…Grandissimi Hoffman e Williams, come sempre…
    Come dice giustamente Monsier Verdoux, Spielberg si dovrebbe pentire di ben altre pellicole, soprattutto dell’ultimo episodio di Indiana Jones, dove il finale è davvero ignobile.

    Un saluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...