RAISAT CINEMA, 22.30: Phenomena

PHENOMENA di Dario Argento. Con Jennifer Connelly, Daria Nicolodi, Donald Pleasence, Patrick Bauchau. Italia, Svizzera, 1985. Horror.

Nono film di Dario Argento, Phenomena è stato nominato come Miglior Film al Fantasporto. Jennifer Corvino viene mandata in un collegio femminile fra le montagne svizzere. La giovane, che ha uno strano rapporto con gli insetti, coi quali sembra comunicare, assiste, durante un attacco di sonnambulismo, al brutale omicidio di una sua compagna, l’ennesimo delitto che si consuma fra le mura del collegio. Jennifer, aiutata dall’entomologo John McGregor, uno studioso costretto su una sedia a rotelle che vive con la sua scimmia Inga, cerca di venire a capo dei misteriosi omicidi.

Spesso citato come il film preferito da Dario Argento, Phenomena è anche quello che ha avuto fra i successi maggiori all’estero. Per molti versi simile a Suspiria, la pellicola presenta le stesse influenze dalle fiabe gotiche modello Grimm, stavolta sottolineate dalle splendide ambientazioni svizzere, ed un certo gusto per il gotico/macabro che accompagna l’Argento più “onirico”. Phenomena è un film sulla diversità, sull’handicap in particolare, di qualsiasi tipo di tratti (quelli fisici dell’entomologo McGregor e di Patau, il bambino mostruoso, o quelli mentali della protagonista Jennifer e della preside Frau Brückner), analizzata da ogni possibile punto di vista, mai demonizzata, ma certamente messa in rilievo. La qualittà del film è garantita, più che altro, dal sapiente uso della colonna sonora (cui hanno contribuito, fra gli altri, gli immancabili Goblin, gli Iron Maiden ed i Motörhead), da una splendida fotografia che gioca con luci e ombre, forme e contorni, ed un cast che non sfigura, prima fra tutti una splendida e candida Jennifer Connelly. Grandissima anche Daria Nicolodi, inquietante e spiazzante, una bella figura che ben si mette in continuità con altri personaggi femminili argentiani, come quelli di Eva Renzi in L’uccello dalle piume di cristallo o di Clara Calamai in Profondo rosso. Un bel film, appartenente ancora all’Argento “grande”, una splendida fiaba nera con uno dei finali più liberatori nella storia del thriller italiano.

TITOLO ORIGINALE: Phenomena

Annunci

1 Comment

  1. quando aregtno era ancora grande…forse il suo film migliore dopo profondo rosso e suspiria: teso, vibrante, violento, ma mai gratuitamente, un gran bel film. e la morte dell’avvocato nel finale è davvero spettacolare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...