HOME VIDEO: Dietro la maschera

DIETRO LA MASCHERA di Eric Matthies. Con Ted Friend, Stephen McHattie, Jeffrey Dean Morgan, Carla Gugino. USA, 2009. Fantastico.

Tratto dalla graphic novel Watchmen di Alan Moore e Dave Gibbons, Dietro la maschera è uno spin-off del film di Zack Snyder. Il giornalista Larry Culpeper dirige uno speciale televisivo sull’origine e la storia degli eroi mascherati in America: a partire dal misterioso Hooded Justice, primo supereroe, e dai Minute Men, Culpeper racconta la storia di Nite Owl, Silk Spectre, Mothman, Dollar Bill, Capitan Metropolis, il Comico e Silhouette, i primi vigilanti mascherati, riportandone alla luce le battaglie contro il crimine, i momenti di gloria, ma anche gli scandali, le battaglie legali, i collegamenti con i meccanismi di potere, dagli anni ’40 fino ai giorni nostri, con interviste e filmati d’epoca.

Inizialmente, il mockumentary (documentario fasullo sul modello di Zelig di Woody Allen) Dietro la maschera doveva essere integrato nello Watchmen di Zack Snyder, esattamente come succedeva nel fumetto di Moore, ma per ragioni di durata tutti i segmenti furono tagliati. Da tempo si aspettava una Ultimate edition del film, con le sequenze del The Culpeper Minute reinserite, ma, come già successo per il Sin City di Rodriguez, la versione estesa non ha trovato distribuzione fuori dagli USA. Peccato, perché, come nella graphic novel, i segmenti tagliati (oltre a questo, I racconti del vascello nero di DelPurgatorio e Smith) approfondiscono storie e personaggi del complesso universo creato da Moore e Gibson. Il divertente documentario di Matthies, girato con le stesse tecniche degli anni ’70 e insaporito da uno splendido gusto per il retrò, gioca ad ampliare una mitologia fittizia con gli espedienti iperrealistici di una campagna virale, con tanto di interruzioni pubblicitarie (anch’esse fasulle, targate “Veidt”), interviste e “documenti d’epoca”. Preso a sé stante, Dietro la maschera non è niente di più che un divertissement pensato a misura per i fan del lavoro di Alan Moore, perdendo gran parte dei collegamenti intergenerazionali per cui era stato pensato inserito nel film. In ogni caso, un buon cortometraggio, fedele alla fonte senza essere didascalico.

TITOLO ORIGINALE: Under the Hood

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...