SKY CLASSICS, 21.10: Rocky II

ROCKY II di Sylvester Stallone. Con Sylvester Stallone, Carl Weathers, Talia Shire, Burgess Meredith. USA, 1979. Drammatico.

Sequel di Rocky, Rocky II ha vinto un People’s Choice Award ed un Marquee come Miglior Film agli American Movie Awards. Dopo la storica sfida fra il campione in carica Apollo Creed e lo sconosciuto Rocky Balboa, vinta ai punti dal primo, la stampa proclama Rocky vincitore morale del match ed accusa il campione di aver truccato l’incontro. Desideroso di veder confermato il proprio titolo davanti ai media, Apollo sfida nuovamente Rocky, che nel frattempo ha sposato l’amata Adriana ed aspetta un figlio da lei. Lo Stallone Italiano sa che, con i danni subiti nel primo match, rischia di perdere la vista in un secondo combattimento con Creed, ma, senza lavoro e desideroso di mantenere la propria famiglia, accetta comunque…

Il mito del pugile Rocky Balboa prosegue, dopo un fortunatissimo primo episodio. Stallone scrive ancora soggetto e sceneggiatura, ma stavolta, oltre ad inforcare i guantoni del protagonisti, si mette anche dietro la macchina da presa (l’esordio era stato, lo stesso anno, Taverna Paradiso). Il risultato è inaspettatamente valido, e Rocky II conferma lo stile e le tematiche del predecessore. Il sogno americano portato a livello di mitologia, con un immigrato che, dopo aver conosciuto il proprio quarto d’ora di gloria, torna nell’anonimato e nella disoccupazione, finché un’altra, imperdibile occasione non bussa alla sua porta, e sarà quella definitiva per consacrarlo ad una vita diversa; nonostante questo, però, il pensiero fisso di Rocky, sempre ben interpretato da Stallone, è la moglie Adriana (una non più così svampita Shire) ed il piccolo nuovo arrivato, Rocky Jr. (cui dà volto il figlio di Sly, Sage Stallone): la famiglia e l’amicizia rimangono i valori portanti anche del Rocky che va incontro alla celebrità, trionfo di un’etica borghese che trova enorme successo nella mentalità americana e che sfiora a più riprese un buonismo evitato solo da uno stile che richiama il neorealismo. Colonna sonora ancora di Bill Conti, che eguaglia la propria performance di Rocky con brani entrati nella leggenda. Nel complesso, Rocky II aggiunge poco o niente al primo episodio, oltre ad un finale creato ad arte per accontentare la fetta di pubblico delusa da quello del primo, ma convince ed emoziona, ed ha l’indiscusso merito di mantenere viva una delle creature più affascinanti e profonde del cinema commerciale statunitense.

TITOLO ORIGINALE: Rocky II

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...