SKY CINEMA CULT, 21.00: Banana Joe

BANANA JOE di Steno. Con Bud Spencer, Marina Langner, Gianfranco Barra, Mario Scarpetta. Italia, Germania Ovest, 1982. Commedia.

Banana Joe è l’esordio da sceneggiatore di Bud Spencer, firmatosi col nome anagrafico di Carlo Pedersoli. Ad Amantido, un paesino fluviale del Sud America, vive Banana Joe, un gigante buono che aiuta i nativi barattando banane lungo il fiume con prodotti utili, che puntualmente riconsegna agli abitanti di Amantido. Quando il boss della mala Torsillo decide di ottenere il monopolio del commercio della frutta per poi costruire un casinò dove sorge il villaggio, Joe si oppone, ma la legge non è dalla sua. Il gigante intraprende dunque un viaggio fino a Limas, nel tentativo di ottenere una licenza per il suo commercio e salvare Amantido, ma sembra che, per il mondo, Banana Joe neanche esista, e la cosa si rivelerà più complicata del previsto…

Bud Spencer, ancora nel periodo separato da Terrence Hill, era diventato in breve tempo l’idolo di tutti i bambini con la serie di Piedone e, soprattutto, con il dittico comico-fantascientifico di Uno sceriffo extraterrestre…poco extra e molto terrestre e Chissà perché…capitano tutte a me. Il ruolo del gigante buono perennemente attorniato da fanciulli gli sembra ritagliato addosso, e Steno (al secolo Stefano Vanzina), aiutato da Bruno Corbucci e Mario Amendola, incentra tutto lo sforzo registico sul protagonista, trasformando il soggetto dello stesso Bud Spencer in un film monografico. Banana Joe funziona per gli stessi motivi per cui funzionano gli altri film con Bud Spencer: buoni sentimenti, un umorismo facile ed immediato, inaspettati guizzi di ironia, scazzottate improbabili e fracassone e, soprattutto, la spiazzante simpatia del burbero protagonista, intrattabile con tutti ma angelo coi bambini, un vero e proprio idolo generazionale. In Banana Joe è molto forte anche la tematica ambientalista, fortemente voluta dallo stesso Bud Spencer, elemento che però si risolve il più delle volte in una morale ecologica esile esile e piuttosto retorica messa a conclusione di una commedia per il resto brillante e divertente. Certo, Banana Joe non è né il miglior film di Steno, né il miglior film con Bud Spencer, ma chiunque sia cresciuto con le scazzottate del gigante buono, non può non sentire un certo legame sentimentale con l’analfabeta commerciante di banane.

TITOLO ORIGINALE: Banana Joe

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...