RAI4, 21.10: La mia super ex-ragazza

LA MIA SUPER EX-RAGAZZA di Ivan Reitman. Con Luke Wilson, Uma Thurman, Anna Faris, Eddie Izzard. USA, 2006. Fantastico.

Quindicesimo film di Reitman, La mia super ex-ragazza ha ricevuto una nomination agli MTV Movie Awards. Matt Saunders, impiegato mediocre e frustrato, incontra sulla metropolitana la timida e schiva Jenny Johnson, la cui borsa viene rubata poco prima che lei scenda dalla metro. Recuperatala, Matt la riporta alla proprietaria, con cui comincia una relazione sentimentale. Jenny gli rivela di essere la supereroina G-Girl, un vero e proprio Superman in gonnella, grande eroina, ma incubo come fidanzata: gelosa, possessiva, nevrotica, instabile, Jenny mette a dura prova Matt, fino a che questi non si vede costretto ad interrompere la relazione. Scaricare una supereroina, però, può essere estremamente pericoloso…

Lo sceneggiatore Don Payne, lavorando sulla serie animata I Simpson, ebbe l’idea di scrivere una commedia romantica con un supereroe coinvolto, essendo lui un fan di comics. Buttò giù in breve tempo una bozza di sceneggiatura (Super Ex) che attirò l’attenzione di Ivan Reitman, che ne chiese la regia. Il vecchio Reitman, quello del Saturday Night Live, ne avrebbe tratto una commedia eccezionalmente cattiva e scorretta, tale da demolire il mito del supereroe e prendere di mira al contempo le commedie sentimentali e gli stereotipi del rapporto di coppia. Il nuovo Reitman, quello di Evolution, non riesce mai a far decollare la vis comica del film oltre la media (piuttosto bassa), smorza tutta la cattiveria con un irritante “politicamente corretto” e cade spesso nei meccanismi classici del genere senza particolari innovazioni. La mia super ex ragazza è, a conti fatti, una commedia moderatamente divertente, con alcune idee particolarmente riuscite (lo squalo lanciato dalla ex gelosa nella camera da letto della rivale non è male), ma una regia piatta, dialoghi fiacchi ed una trama prevedibile e scontata. Uma Thurman (si) diverte in un ruolo autoironico e perennemente sopra le righe, Anna Faris regge il gioco e fa una discreta figura, mentre Luke Wilson è un protagonista che non ha senso di essere, impacciato e fuori personaggio per tutto il film; divertente invece Eddie Izzard nel ruolo del Lex Luthor della situazione, il Professor Bedlam (come l’ospedale londinese). Una delusione per chi si aspettava un Reitman alla Ghostbusters, ma abbastanza divertente da essere visto senza rimpianti, La mia super ex ragazza ha il solo, grande pregio di non eccedere in aspettative, e di deluderne perciò poche.

TITOLO ORIGINALE: My Super Ex-Girlfriend

Annunci

2 Comments

  1. Con "politicamente corretto" si intendono tutte quelle regole non scritte che chi fa cinema si trova spesso costretto a seguire, oppure segue per opportunismo nei confronti del pubblico. Nel caso specifico, intendo dire che Reitman stavolta limita la propria cattiveria per non tagliarsi fuori la fetta di pubblico che pretende un umorismo rassicurante, magari banale, che va a ledere un po' di sana cattiveria che perfino in una commedia romantica con tanto di "happy ending" come questa gioverebbe parecchio.Casi di "politicamente scorretto" possono essere, nei casi più lampanti, gli incipit di DISTRETTO 13 di Carpenter o, più recentemente, di DRAG ME TO HELL di Raimi, che infrangono la prima e più ferrea regola del "polticamente corretto": i bambini non muoiono mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...