RETE 4, 16.35: La finestra sul cortile

LA FINESTRA SUL CORTILE di Alfred Hitchcock. Con James Stewart, Grace Kelly, Thelma Ritter, Raymond Burr. USA, 1954. Thriller.

Tratto dall’omonimo racconto di Cornell Woolrich, La finestra sul cortile ha vinto un Premio Edgar, un NBR Award e un NYFCC Award, ed ha ricevuto altre nove nominations, quattro delle quali agli Oscar. Il fotoreporte Jeff Jeffries si ritrova paralizzato su una sedia a rotelle in seguito ad un incidente sul lavoro, che gli ha fratturato una gamba. Preso dalla noia e ansioso di sfuggire alle eccessive pressioni dell’infermiera Stella ed alle insistenti proposte di matrimonio della fidanzata Lisa, Jeff posiziona la propria sedia davanti alla finestra che dà sul cortile interno e comincia a spiare i vicini col teleobiettivo della sua macchina fotografica. Quello che era cominciato come un gioco diventa improvvisamente serio, nel momento in cui Jeff si convince che uno dei vicini abbia ucciso la moglie…

Hitchcock ai massimi livelli, uno dei pochi film del Maestro che trovò plauso dalla critica all’uscita: La finestra sul cortile è un imprescindibile manuale di tensione, di tecnica, di ritmo, di regia, un film diventato subito un mito. La genialità dell’assunto sta nel mettere al centro della vicenda non tanto il thriller in sé, ma il voyeurismo del protagonista, e l’uso insistito della soggettiva in ogni sua forma (attraverso il teleobiettivo, con lo zoom, su asse) porta lo spettatore ad identificarsi con lui e ad entrare, indiscretamente e da lontano, nella vita degli inconsapevoli vicini, ottenendo uno sgaurdo d’insieme sui piccoli mondi borghesi che si affacciano sul cortile interno da un’angolatura insolita, un punto di vista distante e superiore, un po’ divino ed un po’ registico. La riflessione sul cinema si affaccia immediatamente non appena si rivela chiaro il parallelismo delle varie finestre del palazzo con altrettanti schermi cinematografici, come sottolineato da Trouffaut in una sua analisi del film: lo spettatore, costretto all’immobilità in uno spazio ristretto (sedia a rotelle/poltroncina del cinema), osserva dall’esterno un alternarsi di storie, personaggi e vicende di cui ricostruirà, tramite i pochi dettagli che gli vengono offerti, una propria immagine mentale. Ma Hitchcock (che appare in uno dei suoi soliti cameo nei panni di un uomo che porta un orologio), sempre con la smisurata e caustica ironia di cui si fa portavoce, riflette anche sul matrimonio e sui rapporti di coppia stabili: Jeff (uno splendido James Stewart) comincia a guardare dalla finestra per fuggire alle insistenti richieste di Lisa (un’angelica e bravissima Grace Kelly), trovandosi poi ad assistere alle (decisamente) estreme conseguenze di un matrimonio fallito, salvo poi essere salvato in extremis proprio dall’esistenza di quel rapporto di coppia da cui inizialmente voleva fuggire; Hitch non dà risposte in un senso o nell’altro, ma le provocazioni arrivano forti e chiare. La tensione del thriller è sapientemente smorzata da toni da commedia che intervallano regolarmente la storia, a cominciare da uno splendido e divertentissimo incipit che vede la successione su parete delle migliori foto di Jeff, fino a quella che l’ha costretto sulla sedia a rotelle. Regista mai uguale a se stesso, pur manentendo un proprio stile inconfondibile, Hitchcock sperimenta ne La finestra sul cortile la soggettiva tecnica, narrativa, personale, e la sviluppa fino ai massimi livelli finora raggiunti: un capolavoro sotto ogni aspetto, il film segna una delle massime vette raggiunte dal Re del Brivido.

TITOLO ORIGINALE: Rear Window

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...