STUDIO UNIVERSAL, 21.00: Il club delle prime mogli

IL CLUB DELLE PRIME MOGLI di Hugh Wilson. Con Bette Midler, Dianne Keaton, Goldie Hawn, Maggie Smith. USA, 1996. Commedia.

Tratto dall’omonimo romanzo di Olivia Goldsmith, Il club delle prime mogli ha vinto un ASCAP Award, un Blockbuster Entertainment Award ed un NBR Award, ed ha ricevuto quattro nominations, una delle quali agli Oscar (Migliore Colonna Sonora). Cynthia Swann Griffin, donna ricca e di successo, si suicida non tollerando più la solitudine che ha seguito il suo divorzio; al suo funerale, le sue migliore amiche del college, Annie, Brenda ed Elise si incontrano di nuovo e, prendendo un caffè, scoprono di avere molto in comune fra loro e con la defunta Cynthia: tutte e quattro hanno sacrificato i propri sogni e le proprie energie per aiutare il rispettivo marito a realizzarsi professionalmente, per poi essere scartate in favore di una più giovane ed attraente compagna al momento del conseguimento del successo. Le tre, però, tutt’altro che rassegnate, decidono di prendersi una bella rivincita nei confronti degli ex mariti…

Le tre protagoniste cantano You don’t own me di Leslie Gore, e pianificano una intelligentissima, beffarda e tremenda vendetta nei confronti dei mariti fedifraghi ed ingrati, che le hanno abbandonate una volta che il loro ruolo sulla scala del successo è arrivato al termine. Hugh Wilson confeziona una commedia tutta al femminile, che è un vero e proprio inno alla femminilità, in tutte le sue forme, ed alla solidarietà intrinseca nell’animo femminile. Il club delle prime mogli trova tutta la sua forza nell’eccezionale trio di protagoniste: un’energica e matronale Bett Midler, un’insicura e repressa Diane Keaton (che rimanda direttamente ai suoi lavori con l’ex compagno Woody Allen, Io & Annie in primis), una frustrata e vendicativa Goldie Hawn; le tre, pur con caratteri diametralmente opposti, si ritrovano e si alleano in nome dell’amica Cynthia, interpretata dall’ex Betty Rizzo di Grease Stockard Channing, che in situazione analoga non ha trovato lo spirito di iniziativa e, soprattutto, la forza del gruppo che invece tireranno fuori le sue compagne. La sceneggiatura di Robert Harling opera una buona riduzione sul romanzo della Goldsmith, adattandolo al grande schermo mantenendone intatte verve e cattiveria; degli interpreti maschili, nessuno si salva a livello di giudizio morale: dall’ingrato ed opportunista Victor Garber, al fedifrago ed ipocrita Stephen Collins, fino al (semplicemente) idiota ed in piena crisi di mezza età Dan Hedaya. Le comprimarie femminili, da parte loro, dimostrano una grazia ed una potenza memorabili (con la sola eccezione di una bistrattata Sarah Jessica Parker), capitanate da una Maggie Smith in piena forma ed in aria da vendicatrice generazionale. Che sia forte, remissiva, affettuosa, vulcanica, timida, estrosa, emotiva o razionalista, sempre di femminilità si tratta, e Il club delle prime mogli ne è un omaggio/monumento sfegatato: una commedia brillante, piena di brio e di energia, che non fa rimpiangere la visione neanche ad un pubblico maschile, a patto che sia disposto ad un minimo di autoironia ed autocritica…

TITOLO ORIGINALE: The First Wives Club

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...