AL CINEMA: The Green Hornet

THE GREEN HORNET di Michel Gondry. Con Seth Rogen, Jay Chou, Cameron Diaz, Christoph Waltz. USA, 2011. Azione.

Tratto dall’omonimo serial radiofonico, The Green Hornet è il terzo adattamento live action del personaggio di George Trendle e Frank Striker. Britt è il figlio mantenuto e fannullone di James Reid, l’editore di The Daily Sentinel, uno dei pochi giornali indipendenti rimasti a Los Angeles. Fra padre e figlio non corre buon sangue, con il primo caratterizzato da un intransigente rigore morale ed il secondo ridotto a playboy festaiolo buono a nulla. Quando James muore improvvisamente, Britt si trova padrone dell’impero mediatico del padre. Quando, assieme al domestico Kato, esce per una bravata, salva quasi per caso una coppia attaccata da dei malviventi. Ispirato dall’impresa, Britt assume l’identità del Calabrone Verde, un vigilante mascherato che, specie grazie ai mille talenti di Kato, farà parlare di sé…

Dopo il serial cinematografico degli anni ’40 e la celebre serie tv con Van Williams e Bruce Lee, il Calabrone Verde, prototipo di vigilante mascherato nato alla radio ma quasi immediatamente trasposto nel mondo dei fumetti, torna finalmente in auge per il suo primo lungometraggio. Alla regia si trova nientedimeno che il Michel Gondry di Se mi lasci ti cancello e L’arte del sogno, uno dei registi più abili e visionari prodotti dalla Francia contemporanea, ma la vera mente dietro il progetto è Seth Rogen, l’attore/sceneggiatore/produttore canadese preparatissimo in cultura pop, specializzato in commedie demenziali. The Green Hornet non è decisamente un capolavoro di filologia, nel senso che non ha paura di rielaborare e reinventare il personaggio (andando per questo sulla lista nera di numerosissimi fan, scontenti del lavoro di Gondry e Rogen) trasformando il serio giustiziere originale in un campione di sbadataggine, egocentrismo e presunzione, trasferendo tutto il peso dell’eroismo ad un non sempre pazientissimo Kato. Le atmosfere da commedia ben si sposano con la sceneggiatura di Rogen, che riesce comunque a valorizzare anche gli aspetti più brutali del cinema d’azione, con più di un riferimento a Tarantino ed al pulp in genere. La forza del film sta principalmente nella sua leggerezza, che fa volare in un divertimento continuo le due ore di durata. Davvero notevole il 3D, con cui Gondry si diverte a sperimentare nuove tecniche di resa dell’immagine, partendo con un’esplosione iniziale che inonda di ceneri e detriti la sala, proseguendo con una serie interminabile e stupefacente di ambienti realmente in profondità e concludendo con dei titoli di coda semplicemente eccezionali. Perfetti gli attori principali, con Rogen assolutamente insopportabile, e per questo funzionale, e Jay Chou “spalla ma non troppo” che offre più di un momento ironico nel film. Menzione speciale per il cattivo Christoph Waltz, un gangster in crisi d’identità che si sente superato e cerca nuovi modi, generalemente ridicoli, di tornare a fare paura. Gondry è un regista dalla forte personalità, ma eccettuate un paio di sequenze (il lunghissimo split screen e la scena in cui Britt ricostruisce gli eventi passati) non impone troppo la sua firma, e lascia la storia libera di svilupparsi attravverso immagini (curatissime) e dialoghi (brillanti, anche se a volte penalizzati dal doppiaggio). Inaspettato ma graditissimo, The Green Hornet spiazza con un divertimento genuino ed intelligente.

TITOLO ORIGINALE: The Green Hornet

Annunci

2 Comments

  1. Su ComicUs questo film è stato stroncato pesantemente…. penso dipenda anche dallo spirito con cui si guarda, visto che da quanto ho capito è un film che non si prende molto sul serio ( e in certi casi è un bene ! ). Lo metto cmq nella lista dei prox film che mi guarderò in dvd ! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...