SKY CINEMA FAMILY, 21.00: Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi

TESORO, MI SI SONO RISTRETTI I RAGAZZI di Joe Johnston. Con Rick Moranis, Amy O’Neil, Thomas Wilson Brown, Robert Oliveri. USA, 1989. Fantascienza.

Film d’esordio di Joe Johnston, Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi ha vinto un BAFTA Film Award ed un ASCAP Award, ed ha ricevuto altre dieci nominations (sei delle quali ai Saturn Awards). Wayne Szalinski è un eccentrico inventore, alle prese con il suo ultimo lavoro, un “raggio elettromagnetico restringente”, il cui unico risultato sembra però quello di fare esplodere ogni cosa su cui viene rivolto. Quando i suoi figli Amy e Nick, assieme ai figli del vicino Ron e Russ, giocando a baseball colpiscono per errore la macchina con una palla, bloccano uno dei componenti del laser quel tanto che basta a far funzionare la macchina in modo appropriato. Purtroppo, tentando di recuperare la palla, i quattro ragazzi vengono rimpiccioliti a pochi millimetri di altezza…

La Disney era da tempo interessata a girare un film che avesse come tema la miniaturizzazione, intendendo però realizzare inizialmente una pellicola con target adulto. Il titolo originale del film avrebbe dovuto essere Teenie Weenie, considerato troppo infantile e cambiato in Grounded, per poi finire a The big backyard. Una volta che la produzione si decise sul target (il filone di film per famiglie live action che la Disney distribuisce fin dagli anni ’60) il titolo definitivo fu preso da una delle battute del film, Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi, incontrando subito il favore di pubblico e produzione. Il prodotto finale è un piccolo cult generazionale, che ha appassionato bambini e ragazzi degli anni ’90 e che ha dato luogo ad una fortunata serie di sequels e ad una serie tv. Caratterizzato da una serie di divertenti omaggi ai classici della fantascienza degli anni ’50 (su tutti, Radiazioni BX: distruzione uomo di Jack Arnold e Il dottor Cyclops di Ernest B. Schoedsack), Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi mette in scena una serie di effetti speciali stupefacenti per l’epoca ed il tipo di produzione, fra titanici set e pupazzoni animatronici che hanno sono entrati di diritto nell’immaginario dei piccoli spettatori. Rick Moranis riprende il suo classico ruolo di nerd ante-litteram, interpretando uno dei più simpatici ed imbranati scienziati di casa Disney; i giovani protagonisti non hanno modo di distinguersi in maniera particolare, restando anche loro prigionieri di ruoli stereotipati ed assolutamente sacrificati alla storia. La trama, invece, curata da nomi del calibro di Stuart Gordon e Bryan Yuzna (decisamente più a proprio agio con un target adulto) è incredibilmente variegata e valida, e presenta più di un momento di profondità o atmosfere insolite per il tipo di film, con attimi di horror puro (l’attacco del ragno) che si inseriscono senza soluzione di continuità in un contesto decisamente eccentrico di road movie. Originale e ben costruito, Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi rappresenta uno dei momenti più alti di un filone che tende generalmente a non curare troppo la qualità dei propri prodotti.

TITOLO ORIGINALE: Honey, I Shrunk the Kids

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...