RAITRE, 21.05: La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera

LA CARICA DEI 101 – QUESTA VOLTA LA MAGIA È VERA di Stephen Herek. Con Glenn Close, Jeff Daniels, Joely Richardson, Hugh Laurie. USA, GB, 1996. Commedia.

Remake del celebre La carica dei 101 della Disney, La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera ha vinto un BMI Film Music Award, un Blockbuster Entertainment Award ed un Blimp Award, ed ha ricevuto altre cinque nominations, una delle quali ai Golden Globe. Londra: Rudy è un programmatore di videogiochi, padrone del dalmata Pongo, Anita è una costumista di moda, padrona della dalmata Peggy. Grazie ai rispettivi cani, i due si incontrano rocambolescamente al parco, e si innamorano a prima vista. Anita rimane presto incinta, così come Peggy, che darà la luce ad una cucciolata di quindici cagnolini. Entra allora in scena Crudelia DeMon, la principale di Anita, che ha una vera e propria ossessione per le pellicce maculate. Al rifiuto di Rudy e Anita di cederle la cucciolata, Crudelia decide di assumere due loschi individui per rapirli…

Trasportare in live action uno dei film d’animazione più conosciuti ed amati di sempre è stato certamente un azzardo da parte della Disney, ricompensato però da notevoli guadagni al botteghino: La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera, con i suoi 320 e passa milioni di dollari guadagnati in tutto il mondo, è stata una scommessa più che vinta da parte della Disney. A differenza dell’originale, però, non sono i cani a farla da protagonista, qui: una volta tolta loro la parola, rimane qualche gag neanche troppo simpatica a caratterizzarli, e si riducono a poco più di comparse per la gioia dei piccini; la vera star è la splendida Crudelia DeMon di Glenn Close, sopra le righe quanto basta ad essere spietata quanto la versione animata (anche se decisamente meno anoressica), folle al punto giusto, e tale da sembrare una versione ante litteram della Miranda Priestly di Meryl Streep ne Il diavolo veste Prada. Purtroppo, un film non può poggiarsi esclusivamente sul talento di una singola attrice, per quanto talentuosa e piena di verve come la Close, ed i limiti della pellicola non tardano a farsi notare. Intanto, nessun altro attore “umano” riesce ad imporsi più di tanto, anzi, perfino quelli che dovrebbero essere i protagonisti, Jeff Daniels e Joey Richardson, risultano, quando va bene, antipatici, altrimenti rimangono sullo sfondo come e più degli stessi cani. Hugh Laurie e Mark Williams, che incarnano gli sgherri Orazio e Gaspare, ce la mettono tutta per riproporre degnamente le controparti animate, ma la simpatica goffaggine dei due nel cartone si traduce in pura demenzialità in presa dal vivo, abbassando ulteriormente il livello generale. Ottima la colonna sonora, almeno, ma si salva poco altro. Nel complesso, La carica dei 101 – Questa volta la magia è vera è perfettamente godibile, al contrario dell’immortale originale, solo a patto di regredire ad un’età sui cinque-sei anni, in caso contrario si va incontro a pura noia, a malapena smorzata dalla pur sempre divertente performance della Close.

TITOLO ORIGINALE: 101 Dalmatians

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...