SKY COMEDY, 21.00: Pallottole su Broadway

PALLOTTOLE SU BROADWAY di Woody Allen. Con John Cusack, Chazz Palminteri, Dianne Wiest, Jennifer Tilly. USA, 1994. Commedia.

Ventiquattresimo film di Woody Allen, Pallottole su Broadway ha vinto sedici premi internazionali, fra cui un Oscar (Miglior Attrice Non Protagonista a Dianne Wiest) ed ha ricevuto dodici nominations, sei delle quali sempre agli Oscar. New York, anni Venti: David Shayne è un autore teatrale emergente, un genio incompreso, a suo dire, che non riesce a sfondare. Dopo due fiaschi, vuole ritentare con quello che è il lavoro di tutta la sua vita, Dio dei nostri padri. I soldi per produrre una commedia intellettualista, però, scarseggiano, ed il produttore Julian Marx finisce col chiedere finanziamenti al boss della mala Nick Valenti. Questi acconsente a produrre la commedia, a patto che la sua donna, l’analfabeta e sgraziata ballerina di night club Olive Neal, abbia una parte. L’accordo è fatto, ma le cose rischiano di andare peggio del previsto…

Woody Allen al suo meglio, ovvero “come smonto il mondo dello spettacolo di ieri, di oggi e di domani, riservandomi qualche amara riflessione sulla natura umana”. Pallottole su Broadway è una commedia spiazzante, sorprendente in ogni suo risvolto, con alcune intuizioni davvero geniali, scandita da un ritmo comico classicheggiante ed invidiabile. Allen amalgama il mondo del crimine organizzato e quello dello spettacolo fino a che tra i due non è più possibile scorgere differenze, mette alla berlina l’ignoranza di produttori e neo-star, le manie di protagonismo e gli stravizi delle prime donne, la presunzione degli autori (con un notevole sforzo autoironico), la stupidità del pubblico, per soffermarsi poi su quanto siano false, superficiali e fragili le relazioni umane in quanto tali. Pallottole su Broadway è un film con una sceneggiatura eccezionale, solida ossatura su cui si costruisce tutto il film, ma sa regalare anche un cast strepitoso: a John Cusack l’onore e l’onere di rappresentare Allen, al solito presente anche se non direttamente, e ne imita nevrosi, voli pindarici e manie di grandezza con brio e naturalezza; Dianne Wiest è semplicemente splendida, una primadonna sul palco e fuori, perennemente sopra le righe, esagerata in ogni suo gesto o battuta, in una divertente parodia di certi attori; il caratterista Chazz Palminteri si reinventa per Allen in un ruolo che gli è consono fino a un certo punto, incarna la genialità che fiorisce nei posti meno prevedibili, prende in giro se stesso e tutto un filone di gangster movie che rappresenta. Nessuno dei comprimari è fuori posto: la bella ed emancipatissima Mary-Louise Parker, l’odiosa ed ignorante Jennifer Tilly, la macchietta Joe Viterelli, l’astuto e capitalistico Jack Warden, il bulimico e talentuoso Him Broadbent, e tutti gli altri. Allen sa allestire un mosaico in cui ogni cosa è al suo posto, si dà alla cattivera senza però abbandonare la sua solita malinconia di fondo, ride a denti stretti consapevole di partecipare della situazione che rappresenta, fa ridere e riflettere, stupire ed intrattenere. Ciò che consacra Woody Allen come genio è il fatto che, nonostante tutto, Pallottole su Broadway non è nemmeno uno dei suoi film migliori.

TITOLO ORIGINALE: Bullets over Broadway

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...