AL CINEMA: Harry Potter e i doni della morte, parte 2

HARRY POTTER E I DONI DELLA MORTE, PARTE 2 di David Yates. Con Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Emma Watson, Ralph Fiennes. USA, 2011. Fantasy.

Tratto dall’omonimo romanzo di J. K. Rowling, Harry Potter e i doni della morte, parte 2 è l’ottavo ed ultimo film della saga. Harry, Ron e Hermione sono ancora alla caccia degli Horcrux, gli oggetti in cui Voldemort ha nascosto frammenti della propria anima e la cui distruzione porterebbe alla sconfitta del Signore Oscuro. Convinti di averne identificato un altro, i tre giovani maghi si dirigono alla volta della Gringott, la banca dei maghi, per un’impresa senza precedenti. Nel frattempo, a Hogwarts, Piton è divenuto il nuovo preside, e gli studenti sono costretti a studiare da apprendisti per le Forze Oscure. Non tutto, però, è perduto, dato che, fra gli studenti, si sta formando una piccola resistenza contro i Mangiamorte…

Come recita la tagline del film, “Tutto ciò che ha un inizio, ha una fine”, ed a dieci anni esatti da Harry Potter e la pietra filosofale anche la multimilionaria saga del maghetto della Rowling deve arrivare ad un termine, sebbene dilazionato da una divisione in due parti dell’ultimo episodio. Harry Potter e i doni della morte, parte 2, parte sicuramente avvantaggiato al botteghino, accompagnato da un’aspettativa senza precedenti che ha dimostrato tutta la potenza dei propri numeri alla premiere londinese; d’altro canto, il film parte svantaggiato dal punto di vista della “semplice” qualità, basandosi sulla parte più debole del romanzo meno riuscito della Rowling, che non mantiene nella conclusione la fermezza e la coerenza narrative dimostrate fino a Il Principe Mezzosangue. David Yates dimostra però di aver acquisito una notevole dimestichezza con i personaggi e gli ambienti che segue ormai dal 2007, col suo L’Ordine della Fenice, e riesce a migliorare quelle che sono le mancanze più grossolane ed incredibili del romanzo (si noti ad esempio la fine, decisamente migliore e più sensata, del serpente Nagini), tagliando e modificando, ma anche estendendo ed approfondendo, regalando un confronto finale fra Harry e Voldemort degno di questo nome, dando forma ad una battaglia del tutto ignorata su carta e trasformata in epica su pellicola, correggendo anche i “maltrattamenti” nei confronti dei personaggi che la Rowling regala sulle sue pagine; il limite di Yates e dello sceneggiatore Steve Kloves è però la Warner stessa, che non rischia troppo e permette cambiamenti solo nella misura in cui non ledano direttamente la storia, ma si limitino a modificarne la cornice: l’assurdo ed inspiegato limbo, la chiusura che ammicca a commercialissimi sequel, insopportabili banalità emotiviste (Gary Oldman, echeggiando E.T. l’extraterrestre, indica il petto di Harry dichiarando “Noi saremo sempre qui”…) sono pesi di cui il film non riesce a liberarsi, prigioniero di un vortice di marketing che non risparmia niente, creatività in primis. Stupisce però la coerenza stilistica impressa da Yates al proprio lavoro: toni dark che ammiccano spesso all’horror, un senso dell’epica saldo, che affonda le mani nelle radici del Mito, personaggi ben delineati, un’aura destinale che non lascia niente al caso, un senso di malinconia e nostalgia che non abbandona mai le scene o i personaggi, un male insinuante, di stampo sempre più nazistoide, che non cessa di terrorizzare e di sedurre, una voce politica mai del tutto chetata che trasforma i giovani maghi di Hogwarts in veri e propri partigiani, oltre ad effetti speciali mirabolanti, una colonna sonora sempre all’altezza, una fotografia splendida, un 3D finalmente all’altezza delle aspettative. Yates vince la scommessa e chiude (per quanto possibile) in bellezza una saga decennale, realizzando, una volta tanto, un film superiore alla fonte libresca.

TITOLO ORIGINALE: Harry Potter and the Deathly Hallows, Part 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...