AL CINEMA: Captain America – Il primo Vendicatore

CAPTAIN AMERICA – IL PRIMO VENDICATORE di Joe Johnston. Con Chris Evans, Hugo Weaving, Hayley Atwell, Tommy Lee Jones. USA, 2011. Fantastico.

Tratto dalla serie a fumetti Capitan America della Marvel Comics, Captain America – Il primo Vendicatore è il nono film di Joe Johnston. New York City, 1942: Steve Rogers, ragazzo gracilino ed asmatico, sogna di arruolarsi, ma le condizioni fisiche glielo impediscono. Tutto cambia quando uno scienziato, Abraham Erskine, colpito dalla sua bontà d’animo, gli offre di partecipare ad un progetto segreto, teso alla creazione di un esercito di super soldati, una risorsa tale da poter determinare le sorti della guerra. L’esperimento ha successo, e Rogers si ritrova con un corpo perfetto e doti fisiche eccezionali, ma, dopo che l’HYDRA, la sezione di ricerca scientifica del Terzo Reich, riesce ad uccidere Erskine, il progetto sembra naufragare. Ma Steve Rogers non si arrende facilmente…

Dopo L’incredibile Hulk di Leterrier, i due Iron Man di Favreau ed il Thor di Branagh, Captain America – Il primo Vendicatore di Johnston è l’ultimo tassello nel panorama Marvel sulla strada per The Avengers, che uscirà nel 2012 sotto la direzione di Joss Whedon. Il rischio, chiaramente, era di ridurre tutti questi film a semplici introduzioni, dei progetti incompleti esclusivamente funzionali al futuro crossover. Fortunatamente, per i primi non è stato così, ed anche Captain America – Il primo Vendicatore evita la trappola e si risolve con l’essere un film se non pienamente, almeno autonomamente riuscito. Joe Johnston non è alla sua prima esperienza con i cineacomics, ma il suo Rocketeer era stato un mezzo flop, ed anche nei progetti successivi il successo non aveva proprio arriso al regista texano; la solida sceneggiatura di Christopher Markus e Stephen McFeely (cui sembra abbia dato una mano anche Whedon) gli permette di muoversi in tutta tranquillità nella storia di un personaggio che è un vero e proprio simbolo, un’icona al pari di Superman. Capitan America non è un nazionalista patriottardo: nei fumetti, già dal Watergate l’eroe ha dichiarato di dissociarsi dal governo USA e di voler rappresentare “solo” gli ideali ed i principi che hanno ispirato la nascita degli States, ma che purtroppo non hanno mai trovato una applicazione fedele; il film di Johnston riflette bene questa dicotomia bandiera/Nazione, soffermandosi su aspetti inediti anche nei fumetti (la campagna di marketing del senatore Brandt) per sottolinearlo. La parte riuscita meglio risulta essere la prima, che vede Steve Rogers trasformarsi da ragazzino pelle e ossa (fenomenali gli effetti speciali che hanno trasformato Evans) in un colosso comunque ingenuo e candido, mentre da contraltare Hugo Weaving presenta al meglio il proprio Johann Schmidt, il Teschio Rosso, un vero e proprio Übermensch nazista che porta all’estremo l’individualismo ed il senso di superiorità razziale caratteristici del Terzo Reich, un’esasperazione che porta paradossalmente al distacco dallo stesso. La seconda parte, nella quale sono concentrate le scene d’azione, è sicuramente appassionante ed adrenalinica, ma, proprio per la saturazione che comporta una divisione tale, risulta fin troppo frettolosa. Il 3D non offre niente di particolare, nemmeno si nota, ma gli effetti speciali e le coreografie risultano invece notevolmente sviluppati, curati fin nel dettaglio della perizia tecnica. Chiaramente numerosi i riferimenti alla continuity del fumetto, da una parte (il costume e lo scudo classici, la copertina del primo Captain America Comics, gli Howling Commandos, il solito cameo di Stan Lee), ed a quella cinematografica, dall’altra (la Stark Expo citata in Iron Man 2, il Cubo Cosmico intravisto in Thor, l’onnipresente Nick Fury di Samuel L. Jackson), ma più che di collage, il senso complessivo è di continuità, l’idea di una saga di ampissimo respiro, quasi un universo autonomo e reale. La scommessa della Marvel, di creare su pellicola una continuity almeno lontanamente simile a quella dei propri fumetti, sembra avere successo: se alcuni lamentano una minore comprensione da chi non ha seguito tutti i film della produzione, i fan invece gongolano.

TITOLO ORIGINALE: Captain America: The First Avenger

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...