ITALIA 1, 19.20: Il professore matto

IL PROFESSORE MATTO di Tom Shadyac. Con Eddie Murphy, Jada Pinkett Smith, Larry Miller, James Coburn. USA, 1996. Fantastico.

Remake de Le folli notti del dottor Jerryl di Jerry Lewis, Il professore matto ha vinto otto premi internazionali, fra cui un Oscar (Miglior Trucco), ed ha ricevuto altre otto nominations. Il professor Sherman Klump è un uomo gentile, premuroso, di buon cuore, intelligente e di successo. E’ però incredibilmente obeso, ed infelice della sua condizione. Volendo conquistare la bella Carla, appena laureata in chimica e fan del suo lavoro, Klump sviluppa una speciale formula, capace di eliminare il grasso corporeo, e la testa su di sé. L’esperimento riesce, ma Sherman si trasforma in Buddy Love, una versione di sé estremamente più magra e prestante, ma anche più arrogante, sbruffona ed egoista. Di quale dei due uomini si innamorerà Carla?

Già col fiato corto, Eddie Murphy si trova a rispolverare un classico della comicità americana, quel The Nutty Professor di e con Jerry Lewis che parodiava Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Stevenson mettendo in scena un imbranato professore universitario che diventava bello e sicuro di sé grazie ad una formula di sua invenzione. Il professore di Murphy non è solo brutto e impacciato, ma incredibilmente grasso, e questo dovrebbe essere l’elemento di originalità e novità del film, peraltro prodotto da Jerry Lewis in persona (anche se l’attore ha avuto modo di ritrattare la propria benedizione qualche anno più tardi). Inutile dire, quindi, che ne Il professore matto si sente la mancanza di idee. Vero è che il trucco usato per ingrassare l’altrimenti esile Murphy è strepitoso, così come quello usato per trasformarlo in tutti e sette gli altri membri della famiglia Klump; la trama, esile esile, presenta anche alcuni momenti divertenti, ed il messaggio finale, per quanto scontato possa essere, non è da sottovalutare. Insopportabili invece le cadute di stile di Shadyac, che indulge fin troppo nella comicità grossolana, volgare e francamente disgustosa dello scatologismo più basso (la scena della cena in casa Klump basterebbe da sola a bocciare il film in toto), finendo col monopolizzare l’attenzione su flatulenze e battutacce invece di sfruttare al meglio i seppur pochi mezzi a disposizione. Il professore matto è un film tranquillamente trascurabile, con poche idee, carenza di ossigeno, tempi comici limitati, interpreti decenti ma non strepitosi, una sceneggiatura indebitata ed una regia di maniera; chiunque si voglia godere il trasformismo di Eddie Murphy e gli effetti di Rick Baker è benvenuto, ma non si aspetti altro.

TITOLO ORIGINALE: The Nutty Professor

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...