STUDIO UNIVERSAL, 22.50: Videodrome

VIDEODROME di David Cronenberg. Con James Woods, Sonja Smiths, Deborah Harry, Leslie Carlson. Canada, 1983. Horror.

Primo elemento dell’ideale trilogia mediatica di Cronenberg, Videodrome ha vinto un Genie Award, un premio al Festival di Bruxelles ed uno ai Canadian Society of Cinematography Award, ed ha ricevuto altre sette nominations. Max Renn è il proprietario di Civic Tv, un canale via cavo dai contenuti estremi ed espliciti. Un giorno viene a conoscenza di un segnale pirata che trasmette un programma chiamato Videodrome, un condensato di torture e violenze da cui Renn rimane affascinato. Giorni dopo averne registrato una copia, Renn incontra il professor O’Blivion, una sorta di guru della televisione, che si presenta in pubblico solo su video: le ricerche fatte su Videodrome convincono Renn che O’Blivion sia il proprietario del programma, e così decide di indagare sull’uomo. La sua curiosità lo porta alla misteriosa Chiesa Catodica…

Di Cronenberg si possono dire molte cose: che è disturbante, praticamente sempre; che è eccessivo, molto spesso; che presenta prodotti fini a se stessi, mai. Videodrome è in questo senso un’opera esaustiva dello stile del regista canadese, un lavoro ossessionato tanto dal concetto (estremamente fisico) di carne quanto dall’imperante ruolo che i massmedia già dagli anni ’80 si erano trovati ad avere. I nomi dei personaggi, per conto proprio, parlano già del mondo che vede Cronenberg: il professore che “vive” attraverso lo schermo televisivo e non appare mai in pubblico è Brian (anagramma di brain, cervello) O’Blivion (oblio), l’avatar di una forza inarrestabile il cui fine ultimo è, appunto, l’annientamento del pensiero; la sua cavia prima diventa Max Renn, uno squalo nel mondo della televisione che diventa marionetta, costretto a rinascere (“Renn” come Reinassance, rinascimento) sotto forma di “nuova carne”, la carne fatta parola che è il mondo catodico, qui sacralizzato ed adorato nella forma dell’inquietante Chiesa Catodica retta da Bianca O’Blivion. Fra allucinazioni che si fanno carne e sangue, schermi che respirano, baciano e fagocitano, intestini catodici e pistole spara tumori, Cronenberg mette in scena una distopia tanto più inquietante quanto più è profetica, visione orrorifica di ciò che quotidianamente avviene in ogni salotto davanti al televisore. Il medium schiaccia il messaggio, il ricettore del messaggio si annulla nel latore, la macchina si fa Parola e controlla l’uomo: lucidamente folle, il regista canadese mette in guardia il proprio pubblico dallo strapotere mediatico della televisione, richiama ad una dimensione originaria dell’uomo (essere di carne, metaforicamente ibridato con parti meccaniche) che si perde giorni per giorno fra segnali satellitari o via cavo. Videodrome apre una riflessione sui media che Cronenberg continuerà con Il pasto nudo e con eXistenZ, sempre con freddezza scientifica, con un occhio che non risparmia i dettagli più rivoltanti di una violenza grafica volutamente eccessiva, con storie che sono a metà fra l’iper-realistico e l’allucinatorio, con un costante requiem suonato per l’umanità nel senso puro della parola. Terrificante.

TITOLO ORIGINALE: Videodrome

Annunci

3 Comments

  1. grande film, e detto da me che non amo cronenber alla follia, è quanto dire! Ne ho scritto qualcosa recentissimamente, vieni a darci un'occhiata! Cmq John Woods è un grande, e il film è tremendamente in aniticipo sui tempi se ci pensi: all'epoca chi è che parlava del potere dei media, della tv, di come la televisione imiti e influenzi la vita e viceversa? Geniale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...