ITALIA 1, 23.15: Matrix Reloaded

MATRIX RELOADED di Andy e Larry Wachowski. Con Keanu Reeves, Laurence Fishburne, Carrie-Anne Moss, Lambert Wilson. USA, 2003. Fantascienza.

Sequel di Matrix dei Wachowski, Matrix Reloaded ha vinto cinque premi internazionali ed ha ricevuto diciannove nominations. Neo ha ormai preso del tutto coscienza della propria missione come Eletto, ed ha cominciato a sviluppare straordinari poteri all’interno di Matrix. Quando i ribelli scoprono che le macchine programmano un attacco finale contro Zion, l’ultima città umana, si formano due fazioni: quella ufficiale, che ordina di ripiegare su Zion per proteggerla dall’imminente raid, e quella di Morpheus, che crede tanto in Neo da disobbedire agli ordini e focalizzare le proprie forze sulla distruzione di Matrix dall’interno. Nel frattempo, l’Agente Smith, fallita la propria missione di uccidere l’Eletto, sfugge la cancellazione diventando un virus all’interno di Matrix: sebbene la sua qualifica di agente sia revocata, però, la sete di vendetta lo porta comunque alla caccia a Neo…

Il secondo capitolo della trilogia di Matrix dei fratelli Wachowski si è da subito imposto come successo annunciato, riscuotendo prevedibilmente una fortuna al botteghino che l’ha catapultato nell’empireo dei maggiori incassi di sempre nella storia del cinema. Con Matrix Reloaded, i Wachowski portano ad un livello superiore tutto ciò che aveva fatto la fortuna del primo capitolo: più effetti speciali, più accenni filosofico-teologici, più backstory dello scontro umani-macchine, soprattutto più azione. Assieme alla raccolta di corti Animatrix ed al videogame Enter the Matrix, la mitologia legata a Neo si arricchisce, in un expanded universe per la prima volta multi-mediale. Gli effetti speciali sono più che all’altezza, le scene d’azione sono sempre più mirabolanti, e la sequenza dell’inseguimento con Morpheus, Trinity ed il Fabbricante di Chiavi che scappano dagli inquietantissimi Gemelli vale da sola altri action movies presi per intero. Il dubbio, però, riguardo a Matrix Reloaded, è che l’affollarsi caotico di uomini volanti, automobili usate come skateboard, possessioni digitali e sogni premonitori, non faccia altro che tentare, malamente, di nascondere una enorme carenza a livello di trama. Certo, rispetto al primo Matrix la qualità tecnica è incrementata esponenzialmente, tutto è costruito in modo da mantenere la tensione ad alti livelli, ma non bastano i pochi accenni di storia, riscrivibili in due righe, a creare un sequel all’altezza del film che, in un modo o nell’altro, ha ripensato la fantascienza e ne ha creato un sottogenere a sé stante. Le aggiunte al cast sono deludenti e spesso inutili: dal decadente Merovingio di Lambert Wilson, la cui necessità è e rimane un mistero, alla Persephone di Monica Bellucci, assolutamente inascoltabile; come accortisi dei buchi nella sceneggiatura, poi, i Wachowski aggiungono il personaggio dell’Architetto, interpretato dal regista australiano Helmut Bakaitis: nel suo lungo, estenuante, a tratti incomprensibile monologo è concentrata tutta la trama propriamente detta del film, con il risultato di rendere la scena dell’incontro tra lui e Neo una faticosa prova di pazienza richiesta allo spettatore, e finendo il più delle volte nel ridicolo involontario causato dal ricercatissimo ed assolutamente artificiale vocabolario dell’Architetto. Le simbologie si fanno sempre più grossolane, in Neo viene ulteriormente accentuata l’aura messianica che Keanu Reeves rende insopportabilmente pesante con un’interpretazione tronfia e distaccata; il destino ciclico dei programmi applicato agli esseri umani manca di sollevare angoscia esistenziale, in un film che, al contrario del predecessore, coinvolge sempre di meno e presenta sempre di più una narrazione “altra” dallo spettatore, spacciandola per il frutto di profonda riflessione. Non basta aggiornare Terminator all’era digitale per fare qualcosa di originale, e Matrix Reloaded finisce col lasciare in bocca lo spiacevole retrogusto dato da un film prodotto solo per amore del franchise, un enorme spreco delle potenzialità date dal primo, indimenticabile Matrix.

TITOLO ORIGINALE: The Matrix Reloaded

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...