PREMIUM ENERGY, 21.15: Mission to Mars

MISSION TO MARS di Brian De Palma. Con Gary Sinise, Connie Nielsen, Tim Robbins, Don Cheadle. USA, 2000. Fantascienza.

Vagamente ispirato all’omonima attrazione di Disneyland, Mission to Mars ha ricevuto una nomination ai Razzie Award (Peggior Regista a Brian De Palma). Marte, 2020: il Pianeta Rosso viene esplorato per la prima volta da esseri umani. I quattro membri della missione Marte 1, però, subiscono un attacco da un’energia sconosciuta, che uccide tre di loro: si salva solo Luke Graham, che riesce ad inviare una confusa trasmissione sulla Terra, al World Space Station. Appena arrivato il messaggio, viene formata una squadra, Marte 2, cui viene assegnata una missione di soccorso: il comandante Woody Blake, sua moglie Terry Fisher, il pilota Jim McConnell e Phil Ohlmeyer partono alla volta di Marte. Non sanno, però, che il mistero che li attende è tale da rivoluzionare per sempre la storia umana…

Brian De Palma è un regista sicuramente capace, a tratti visionario, in simbiosi col Cinema come mezzo di comunicazione e come strumento artistico; fedele alla propria idea di sperimentazione, De Palma non ha mai seguito un solo genere, dimostrandosi versatile nei campi più disparati. Mai, però, si era cimentato con la fantascienza “pura”, affrontandone solo i sottogeneri più legati all’horror con FuryMission to Mars è, quindi, un altro esperimento, stilistico e contenutistico, del regista di Newark. Purtroppo, non è sempre detto che gli esperimenti riescano come previsto, anzi. Ora, Mission to Mars non è un film pessimo, ha alle spalle un talento immaginifico che, nonostante tutto, sa regalare alcune scene memorabili, come lo splendido valzer a gravità zero tra Tim Robbins e Connie Nielsen, e può vantare una messa in scena barocca ma mai banale, che se non altro ha il pregio di intrigare l’occhio, quando non la mente. Dal punto di vista registico, però, De Palma è stranamente assente, impersonale, di maniera, riuscendo ad imporre il proprio stile solo in un paio di scene, e lasciando agli effetti speciali la regia degli altri; la sceneggiatura, poi, lascia decisamente a desiderare: si comincia con un thriller fantascientifico che si sviluppa come un crime drama, prosegue sul filone catastrofico con tanto di scene lacrimevoli e disastri più o meno naturali, si conclude con una fantascienza messianica che vorrebbe rimandare a Spielberg e che riesce solo a realizzare un polpettone New Age indigeribile ed improbabile, che ha il proprio apogeo in un buonismo improponibile che rimanda ad assunzioni mistico-tecnologiche. Peccato anche per il cast, che, pur bravo, si ritrova alle prese con personaggi talmente stereotipati da risultare imbarazzanti, dal nobile comandante al giovane esuberante, dalla moglie innamorata al vedovo affranto, per concludere con un Don Cheadle che si riscopre Ben Gunn spaziale con tanto di barba incolta e psicosi da isolamento. Si salva solo la bella colonna sonora di Ennio Morricone, che finisce però triturata e soffocata in un turbinio di effetti speciali, cacofonie di sonoro e dialoghi piatti. Peccato, perché il genere presenta ben altre possibilità e profondità, e Brian De Palma è uno che generalmente è capace di piegare i soggetti alla propria capacità espressiva. Nel complesso, Mission to Mars è decisamente un’occasione mancata.

TITOLO ORIGINALE: Mission to Mars

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...