SKY CINEMA COMEDY HD, 12.24: Asterix & Obelix – Missione Cleopatra

Asterix & Obelix - Missione CleopatraASTERIX & OBELIX – MISSIONE CLEOPATRA di Alain Chabat. Con Christian Clavier, Gerard Depardieu, Monica Bellucci, Jamel Debbouze. Francia, Italia, 2002. Fantastico.

Sequel di Asterix & Obelix contro Cesare di Claude Zidi, Asterix & Obelix – Missione Cleopatra ha vinto un César, ed ha ricevuto una nomination agli Audience Award, e tre sempre ai César. La regina d’Egitto Cleopatra ha cominciato una lite con l’amante Giulio Cesare su quale popolo, fra l’egiziano ed il romano, sia il più grande. Per risolvere la disputa, Cesare lancia una scommessa a Cleopatra: se lei riuscirà a costruire in soli tre mesi un sontuoso palazzo per lui, il condottiero si inchinerà alla superiorità del popolo egizio. Il povero architetto Numerobis non ha certo modo di accontentare la richiesta della propria regina, ma si ricorda delle storie del padre su un druido capace di preparare una magica pozione che rendeva gli uomini fortissimi: arrivato in Gallia, l’egiziano incontra Panoramix, che accetta di seguirlo scortato dai guerrieri Asterix e Obelix. Cesare, che rischia di perdere la scommessa, non starà certo a guardare…

Il primo tentativo di riduzione in live action delle celebri strisce a fumetti di René Goscinny e Albert Uderzo, Asterix & Obelix contro Cesare, non aveva trovato successo fra la critica (e a buon ragione), ma era stato ben accolto dal pubblico, a sufficienza da permettere alla Canal+ e soci di mettere in cantiere un sequel. Stavolta, il fumetto d’ispirazione è Asterix e Cleopatra, già portato al cinema nel 1968 in versione animata; nel ruolo dei due eroi principali tornano sia Christian Clavier che Gerard Depardieu, entrambi ormai a proprio agio con i rispettivi personaggi, mentre Claude Piéplu viene sostituito, nel ruolo del druido Panoramix, da Claude Rich. Alla regia subentra Alain Chabat, che si riserva anche il ruolo di Giulio Cesare togliendolo al precedente Gottfried John e rendendolo decisamente più ironico e beffardo del granitico capo militare del primo film. La formula di Chabat è decisamente più fluida e inventiva, un caos anarchico ed esilarante che non ha niente delle inutili seriosità del primo film, approdando definitivamente ad un tipo di commedia scanzonata e folle, che capisce finalmente che l’imitazione pedissequa non è il miglior modo di portare una storia da un medium all’altro. In particolare, Chabat rinuncia in gran parte alla fedeltà al fumetto originale, optando invece per una storia il più possibile agile e divertente, e soprattutto animata da un inaspettato ed efficace citazionismo, che si diverte a rielaborare in chiave “goscinnyana” alcuni momenti più che noti ai cinefili: la celebre battuta “Corri Forrest, corri!” di Forrest Gump diventa ovviamente “Corri Asterix, corri!”, mentre l’androide Nexus-6 di Blade Runner dà il nome all’egiziano Nexusis; i velociraptor di Jurassic Park vengono imitati nel dettaglio dagli amati coccodrilli di Cleopatra, la quale a sua volta ripete con Cesare i dialoghi di Pulp Fiction; i soldati romani vengono apostrofati come le reclute di Full Metal Jacket e si salutano come ne Il gladiatore, i pirati di Barbarossa si lanciano in improbabili imitazioni di Titanic, mentre i due architetti egiziani si combattono come in Matrix ed in La tigre e il dragone; e così via, attraverso vari capitolo di Star Wars, ExcaliburIl grande perdonoUranusFusi di testaBen HurCyrano de Bergerac, e molti altri, pescando a piene mani dalla cultura pop come da quella alta, riproponendo anche improponibili ed esilaranti rimandi a quadri come la Gioconda di Leonardo e La zattera della Medusa di Géricault. Il film è una sequenza pressoché continua di gag una più folle dell’altra, che fa ovviamente gioco con il carattere originale del fumetto di Goscinny e Uderzo, ma che non rinuncia ad una verve comica tutta contemporanea che frulla una serie di rimandi che infrangono la quarta parete per dialogare direttamente col pubblico, sacrificando una certa coerenza narrativa, ma guadagnandoci in termini di puro divertimento. Niente di eccezionale, ma Asterix & Obelix – Missione Cleopatra riesce a portare un po’ di sano caos nella riduzione filmica di una delle più celebri ed amate serie a fumetti francesi di sempre, non tentando di riproporre la stessa formula delle avventure cartacee, ma provando a crearne una nuova che riporti se non altro lo spirito folle ed iconoclasta dei lavori di Goscinny e Uderzo. Decisamente più divertente e meglio riuscito del primo film.

TITOLO ORIGINALE: Astérix et Obélix: Mission Cléopâtre

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...