SKY CINEMA FAMILY HD, 10.00: Le avventure di Ichabod e Mr. Toad

LE AVVENTURE DI ICHABOD E MR. TOAD di Jack Kinney, Clyde Geronimi, James Algar. Con (voci) Bing Crosby, Basil Rathbone, Eric Blore, J. Pat O’Malley. USA, 1949. Animazione.

Tratto da Il vento tra i salici di Kenneth Grahame e La leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving, Le avventure di Ichabod e Mr. Toad ha vinto un Golden Globe. Ne Il vento tra i salici, Taddeo Rospo è un ricco proprietario terriero che si indebita costantemente inseguendo i propri hobby, primo fra tutti quello per le vetture veloci. Quando il bieco Strizzalocchio riesce a incastrarlo ed a rubargli la villa, gli amici lo aiuteranno a riabilitare il proprio nome e riprendersi casa propria. Ne La leggenda della Valle Addormentata, il maestro Ichabod Crane riesce a conquistare il cuore della bella e ricca Katrina Van Tassel, attirandosi l’inimicizia degli altri pretendenti. La notte di Halloween, l’eccentrico e superstizioso Ichabod viene attaccato dal leggendario Cavaliere Senza Testa, più che mai intenzionato a decapitarlo…

Un lungometraggio tratto dal grande classico americano della narrazione per ragazzi, Il vento tra i salici di Kenneth Grahame, era già in lavorazione presso i Disney Animation Studios già dal 1938, subito dopo l’uscita del primo classico Biancaneve e i sette nani; la Seconda Guerra Mondiale, però, portò via un buon numero di animatori agli studios, oltre che tagliarne le risorse, così Walt Disney dovette dividere le proprie energie tra i cortometraggi di propaganda bellica richiesti dal governo ed i “film collettivi”, film a episodi costituiti da due o più cortometraggi che risultavano meno dispendiosi in termini di tempo e denaro dei lungometraggi canonici. Il romanzo di Grahame venne ripreso in mano solo a fine guerra, e appaiato dopo ulteriori vicissitudini ad un altro lungometraggio mai realizzato, quello sulla celebre Leggenda di Sleepy Hollow raccontata da Washington Irving nel suo Il libro degli schizzi. Il risultato fu Le avventure di Ichabod e Mr. Toad, a tutti gli effetti l’ultimo film collettivo prima che la Disney tornasse ai film “singoli” con Cenerentola, una sorta di esperimento di transizione tra le pellicole a basso budget degli anni del conflitto ed i kolossal animati che avrebbero fatto la fortuna della casa di produzione del Secondo Dopoguerra. Come tutti i film collettivi, anche questo porta con sé diversi stili, diverse firme, e diversi livelli qualitativi. Il primo episodio, Il vento tra i salici, punta sulla commedia avventurosa, con animali antropomorfi che si ingannano e si affrontano per il possesso della lussuosa Villa Rospo: la simpatia dei protagonisti è quantomeno opinabile, specie quella del Mr. Toad del titolo, perennemente soccorso da amici fin troppo indulgenti; le trovate comiche richiamano i classici con Stanlio & Ollio e Buster Keaton, affidandosi continuamente ad uno slapstick che, per quanto efficace sul momento, diventa alla lunga ripetitivo (l’interminabile sequenza della libreria). Per quanto regalando alcune sequenze francamente divertenti, la storia di Taddeo Rospo e dei suoi amici non regala niente di nuovo rispetto a quanto Disney aveva già messo in scena con i “suoi” animali antropomorfi, con Topolino, Paperino, Pippo e compagnia bella. Tutt’altro discorso per La leggenda della Valle Addormentata, un inaspettato musical horror che in puro stile Halloween riprende le più lugubri tradizioni popolari americane mettendole in scena senza tentare alcuna virata al politicamente corretto (spetto ormai non troppo lontano, nel 1949). Il protagonista Ichabod Crane è una specie di Pippo umano, goffo e allampanato, che non si conquista le simpatie del pubblico ma neanche cerca di farlo, in un racconto in cui non esistono eroi ed in cui tutti, compreso l’arrivista e ambizioso maestro di scuola, sono lontani dall’essere moralmente ineccepibili. Il Cavaliere Senza Testa è una figura inaspettatamente maestosa, e per i più piccoli sinceramente spaventosa, in una commistione di generi che interrompe bruscamente i toni da commedia della prima parte del corto per abbracciare un’anima (quasi) puramente horror nella seconda. Dopo un periodo di magra, Walt Disney rimette mano ai propri studios e comincia a guidarli nella direzione che li renderà i giganti incontrastati del cinema d’animazione, ed il primo passo lo fa con Le avventure di Ichabod e Mr. Toad, un film collettivo che promette interessanti sviluppi creativi, tecnici e stilistici nelle pellicole successive.

TITOLO ORIGINALE: The Adventures of Ichabod and Mr. Toad

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...