PREMIUM CINEMA ENERGY, 21.15: L’eliminatore – Eraser

L’ELIMINATORE – ERASER di Chuck Russell. Con Arnold Schwarzenegger, Vanessa L. Williams, James Caan, James Coburn. USA, 1996. Azione.

Quarto film di Chuck Russell, L’eliminatore – Eraser ha vinto un Bambi, un BMI Film Music Award ed una Golden Camera, ed ha ricevuto una nomination agli MTV Movie Award ed un Oscar (Miglior Montaggio Sonoro). John Kruger, detto “L’eliminatore”, è il miglior agente del WITSEC, il programma di protezione testimoni: il suo compito è quello di eliminare il passato dei suoi protetti per permettere loro di rifarsi una vita. Il suo ultimo incarico è Lee Cullen, un’impiegata dell’azienda produttrice di armi Cyrez Corporation che ha permesso all’FBI di arrestare i suoi capi, in combutta coi terroristi. L’intrigo svelato da Lee, però, va ben oltre la Cyrez, e neanche Kruger potrebbe venirne a capo…

Nel 1996 Chuck Russell era fresco del successo del suo The Mask – Da zero a mito, film supereroico demenziale diventato giustamente un cult, mentre Arnold Schwarzenegger aveva, sempre nel ’94, dimostrato di sapersi prendere egregiamente in giro col True Lies di James Cameron, una divertente satira che si prendeva amorevolmente gioco di tutti gli action men da lui interpretati. Dall’unione dei due era lecito aspettarsi un film scanzonato e ironico, capace di seguire i canoni dell’action senza prendersi però troppo sul serio, forte di un regista che sa dosare bene azione e tempi comici e di un protagonista che ha scoperto l’autoironia che l’avrebbe poi caratterizzato anni dopo; ogni speranza, però, viene brutalmente disillusa da L’eliminatore – Eraser, un polpettone seriosissimo in ritardo di un decennio sul periodo in cui le parabole machiste fatte di piombo e testosterone andavano per la maggiore. Schwarzenegger è John Kruger, uno U.S. Marshal che lavora per la protezione testimoni e che cancella l’identità dei soggetti a rischio, dimostrando anche ulteriori capacità utilissime sul curriculum come forza sovrumana, inventiva negli omicidi, paracadutismo estremo, capacità da scassinatore e da piromane, e ovviamente il sorprendente superpotere di mantenere una singola, granitica espressione facciale indipendentemente dalla situazione; la povera Vanessa L. Williams lo segue un po’ spaesata e pochissimo divertita, una spalla che non ha altra funzione che non sia la solita damigella in pericolo da salvare continuamente da chiunque, dalla cattiva talpa dell’FBI ai trafficanti d’armi, dalla mafia russa a un branco di coccodrilli da acquario (!). Russell perde ogni ombra d’ironia nel portare sullo schermo l’improbabile sceneggiatura di Tony Puryear e Walon Green (con l’amichevole e non accreditata partecipazione di John Milius e Frank Darabont…), e per quanto alcune coreografie siano effettivamente fantasiose e gli inseguimenti abbiano alcuni momenti quasi appassionanti, la sequenza continua di sparatorie, scazzottate e acrobazie stanca presto, in una successione noiosa e ripetitiva che non conserva un minimo di fascino, non diverte e non crea neanche quel minimo di tensione necessaria al genere. Per fortuna, Schwarzenegger avrebbe riscoperto la via dell’autoironia per mera necessità biologica avvicinandosi all’invecchiamento; Chuck Russell, invece, non si sarebbe più ripreso.

TITOLO ORIGINALE: Eraser

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...