ITALIA 1, 19.00: I Goonies

I GOONIES di Richard Donner. Con Josh Brolin, Sean Astin, Jeff Cohen, Corey Feldman. USA, 1985. Avventura.

Nono film di Richard Donner, I Goonies ha vinto un Saturn Award ed uno Young Artist Award, ed ha ricevuto altre sei nomination. Ad Astoria, nel quartiere dei Goon Docks, il gruppetto dei Goonies composto da Mikey Walsh, Clark “Mouth” Deveraux, Lawrence “Chuck” Cohen e Richard “Data” Wang scopre tra i ruderi in soffitta una mappa che li condurrebbe al tesoro del leggendario pirata Willy l’Orbo. Volendo usare il tesoro per impedire ad alcuni imprenditori di comprare l’intero quartiere, i Goonies si mettono in marcia, cominciando le ricerche da un vecchio ristorante…lo stesso in cui si è rifugiata la famigerata Banda Fratelli, una famiglia di ladri e assassini in fuga dalla legge.

Produzione e soggetto di Steven Spielberg, sceneggiatura di Chris Columbus, regia di Richard Donner: difficile che la coalizione di tre registi di questo calibro non desse i suoi frutti, specie nell’ambito del cinema per ragazzi, e immancabilmente I Goonies si impone come uno dei maggiori cult degli anni Ottanta, un film generazionale che ha accompagnato la crescita di ragazzi in età scolare per almeno un decennio. I tre autori scatenano le proprie fantasie infantili, ed organizzano quello che è una versione semi-blockbuster di una caccia al tesoro, portando in scena un gruppetto di eroi preadolescenziali che raggiungono una vera e propria caverna delle meraviglie seguendo la classica mappa dei pirati (con una piccola aggiunta in stile guardia e ladri, fuggendo da una famiglia di malavitosi sempre alle calcagna). Sean Astin, Jeff Cohen, Corey Feldman e Jonathan Ke Quan sono i quattro Goonies del titolo, termine che rimanda ai Goon Docks, ma che significa anche “sfigati”, una perfetta sintesi del gruppetto di outsider che si imbarca nella ricerca del tesoro di Willy l’Orbo. Trabocchetti, inseguimenti ed enigmi da risolvere sono gli inevitabili ingredienti di una corsa sulle montagne russe pensata e realizzata a misura di ragazzo, con ritmi, gag e trovate che si adattano perfettamente alla fascia d’età corrispondente a quella dei protagonisti. Spielberg e Columbus danno fondo alla propria fantasia di bambini mai del tutto cresciuti, e Donner contribuisce con riprese sempre ad altezza di bambino, muovendosi tra scenografie elaborate e coloratissime che sembrano uscite da un libro pop-up ed una serie di cunicoli e tunnel che rimandano ad un immaginario da luna park. Il divertimento non manca, ma il punto di forza de I Goonies è anche il suo principale limite, con il target rigorosamente tarato sulla fascia d’età di riferimento, minimamente interessato a rivolgersi a qualunque altro tipo di spettatore. Se invece il pubblico ha l’età giusta (o comunque aveva l’età giusta quando l’ha visto per la prima volta), il film è un carosello infinito di risate, spaventi e avventura, arricchito da divertenti rimandi e citazioni tra i registi della New Wave e da gag semplicemente demenziali, un racconto di formazione che passa attraverso amicizia, amore e crescita senza mai prendersi troppo sul serio. Decisamente invecchiato a distanza di trent’anni, I Goonies mantiene comunque parte del suo fascino e della sua freschezza, e soprattutto una voglia di divertire e di divertirsi senza avere troppa fretta di crescere.

TITOLO ORIGINALE: The Goonies

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...