PREMIUM CINEMA ENERGY, 06.38: Candyman – Il Giorno dei Morti

CANDYMAN – IL GIORNO DEI MORTI di Turi Meyer. Con Donna D’Errico, Tony Todd, Nick Corri, Wade Williams. USA, 1999. Horror.

Sequel di Candyman 2 – L’Inferno nello specchio di Bill Condon, Candyman – Il Giorno dei Morti è il terzo film tratto dal racconto The Forbidden di Clive Barker. Lo spettro omicida di Daniel Robitaille, il leggendario Candyman, è tornato, e stavolta perseguita la pittrice Caroline McKeever, una lontana discendente. Candyman ucciderà senza pietà tutte le persone vicine a Caroline, dal suo amante ai suoi amici, così che alla donna non rimanga niente e possa convincersi a cedere la propria anima al vendicativo spettro. Nel frattempo, sarà proprio Caroline ad essere accusata di tutti gli omicidi di cui si macchia il fantasma…

Ogni saga slasher ha le sue regole interne, alcune più facili da seguire di altre. Quelle di Candyman, le gesta dello scheletrico spettro armato di uncino creato da Clive Barker, sono piuttosto complesse da ripresentare e riproporre: ci sono pochissimi modi (intelligenti, almeno) di portare i propri personaggi a ripetere tre volte davanti a uno specchio la parola “Candyman”, pur conoscendo bene le possibili conseguenze del gesto. I limiti dell’assunto si sono sentiti in maniera pesante già con il secondo capitolo, L’inferno dietro lo specchio firmato da Bill Condon, e inevitabilmente si ripropongono in maniera ancora più pressante col terzo, Il Giorno dei Morti, affidato stavolta al semi-esordiente Turi Meyer de L’uomo di sabbia. Realizzato per la prima volta direttamente per l’home video, il film di Meyer perde anche la produzione di Polygram e la distribuzione di Sony, tornando ad un finanziamento più contenuto da film indipendente e abbassando anche le aspettative di successo. Turi Meyer è anche sceneggiatore, coadiuvato dal produttore Al Septien, e i due insieme riciclano una serie di meccanismi, personaggi e trovate dal primo capitolo di Bernard Rose inseguendo l’illusione di una copia carbone, ma firmando da ultimo un curioso ibrido che non è né un vero e proprio remake né però un sequel che sia in qualche modo distinguibile dai capitoli precedenti. Dopo Chicago e New Orleans, il malefico Candyman si sposta stavolta a Los Angeles, in occasione delle festività del Giorno dei Morti, ma anche lì lo attendono le solite maledizioni generazionali, improbabili parenti alla lontana (stavolta la quasi-scandinava Donna D’Errico), e ovviamente fiumi di sangue sparso in egual misura dall’immancabile uncino e dalle inseparabili api. Anche il cast risente della destinazione televisiva e del budget ridotto, e compresa D’Errico le prestazioni non vanno molto oltre il dilettantesco: Alexia Robinson è quasi una auto-parodia, mentre Wade Williams è un cattivo da operetta ghignante e stereotipato, costretto assieme a Robert O’Reilly a rappresentare una versione bidimensionale e caricaturale del poliziotto razzista e violento; Nick Corri (al secolo Jsu Garcia) è praticamente catatonico, e perfino Ernie Hudson Jr., figlio d’arte, non va molto oltre lo stereotipo dello “sbirro buono”; si salva, come prevedibile, solo Tony Todd, cui basterebbe la splendida voce baritonale per inchiodare il pubblico alla poltrona, un antagonista magnetico e a suo modo seducente che giustifica da solo l’intera operazione. Senza neanche il “vantaggio” di dover raccontare le origini del villain, come fu per Condon, Candyman – Il Giorno dei Morti ripete stancamente scene già viste, cercando una conclusione che è definitiva solo per la debole risposta del pubblico, e che avrebbe invece potuto aprire le porte ad altri numerosi seguiti, come è successo a molti analoghi. Fortunatamente, invece, non avremo più il privilegio di vedere sceneggiatori arrampicarsi sugli specchi per trovare validi motivi che portino persone adulte a scandire ripetutamente “Candyman” davanti a uno specchio.

TITOLO ORIGINALE: Candyman: Day of the Dead

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...