TV8, 21.30: Casinò

CASINÒ di Martin Scorsese. Con Robert de Niro, Sharon Stone, Joe Pesci, Bill Allison. USA, 1995. Drammatico.

Tratto dal romanzo Casino: Love and Honor in Las Vegas di Nicholas Pileggi, Casinò ha vinto un Golden Globe e due Nastri d’Argento, ed ha ricevuto altre dieci nomination, una delle quali agli Oscar (Migliore Attrice Protagonista alla Stone). Il giocatore d’azzardo Sam “Asso” Rothstein fa la fortuna del boss Remo Gaggi con una serie di scommesse ben piazzate: per ricompensarlo, Gaggi gli affida la gestione del Tangiers, il suo casinò a Las Vegas. Sotto la guida di Asso, il casinò raddoppia le proprie entrate, e il nuovo direttore ottiene anche una discreta influenza personale… almeno finché non arriva Nicky Santoro, mafioso vecchio stampo che non ha niente della finezza di Asso.

Dopo Mean Streets – Domenica in chiesa, lunedì all’inferno Quei bravi ragazzi, Martin Scorsese chiude la sua ideale “trilogia della mafia” alzando, in tutti i sensi, la posta in gioco, spostandosi dai criminali di strada a quelli “rispettabili” dei grandi affaristi e dei contatti politici. Scorsese parte dal romanzo di Nicholas Pileggi, che a sua volta si ispira alla vera storia di Frank “Lefty” Rosenthal e Anthony “The Ant” Spilotro, due gangster della Chicago Outfit che tra gli anni Settanta e gli Ottanta dirigevano, in maniera rigorosamente non ufficiale, i casinò Stardust, Fremont e Hacienda a Las Vegas. Affiancato proprio da Pileggi nella stesura della sceneggiatura, Scorsese si dà al manierismo, e tesse un arazzo intricatissimo ma preciso di relazioni, favori, rapporti di forza e debiti che vanno a tratteggiare una Vegas quasi infernale, in cui oro e sangue si intrecciano in un connubio indissolubile. Casinò mette in scena una storia in stile Fratelli Coen, con una nutritissima pletora di personaggi che rimanda ai cast infiniti di Robert Altman, il tutto legato da una narrazione fuori campo sulla falsariga di Woody Allen: Scorsese si adatta a tutti i modelli, reinventandoli e facendoli propri, piegando ogni stile alla propria visione e dirigendo il tutto come un virtuoso direttore d’orchestra, attentissimo a che ognuna delle numerose sottotrame si mantenga coerente e significativa per il quadro generale. Tra decine e decine di personaggi, spicca un trio di protagonisti semplicemente fenomenale, sufficiente da solo a tenere lo spettatore incollato alla poltrona: Robert de Niro, ottima presenza, è “Ace” Rothstein, controparte di “Lefty” Rosenthal, uomo d’affari che mantiene una spudorata facciata di rispettabilità a fronte dei crimini più vari; Sharon Stone, la cui Ginger McKenna è basata sulla socialité Geri McGee, è splendidamente odiosa, una femme fatale persa in questa o quella dipendenza, unico tallone d’Achille di un uomo che altrimenti tiene tutto sotto controllo. Entrambi, però, si vedono rubare la scena da Joe Pesci, semplicemente formidabile: il suo Nicky Santoro, alter ego di Anthony Spilotro, è un caotico concentrato di energia e carattere, vestigio di un’epoca sempre più superata che non riesce ad adattarsi a un mondo in cui anche i criminali di professione devono adattarsi alle regole della società dell’apparenza e delle gerarchie aziendali. Tra satira spietata e malinconiche riflessioni antropologiche, Scorsese trascina il pubblico per quasi tre ore in un carosello appassionante e agghiacciante nel mondo dei gangster “per bene” e di quelli “poco di buono”, una distinzione sempre più labile che rivela i controsensi di un mondo che non ha posto non solo per eroi, ma anche per una più banale e minima giustizia. Ferocemente caustico, impegnato a non essere neanche minimamente consolatorio, Scorsese firma uno dei suoi lavori meglio riusciti, un valzer di amore e crimine, soldi e sangue, che avvince e conquista. Fenomenale.

TITOLO ORIGINALE: Casino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...